"Per asserire che il cristianesimo ha comunicato all'uomo verità morali precedentemente ignote, bisogna essere terribilmente ignoranti, oppure ostinati ingannatori. Il sistema morale espresso nel Nuovo Testamento non contiene nessuna massima che non fosse già stata precedentemente enunciata" (Henry Thomas Buckle). H.T. Buckle, storico inglese del XIX secolo, autore fra l'altro di "Storia della civiltà in Inghilterra" e tanto basta. Se cito questa sua frase non è solo per rimarcare, come diceva ad es. Nietzsche, che il cristianesimo non ha mai creato niente per tutto il tempo, ma anche perché oggi a mio parere riacquista attualità la domanda che Gesù stesso poneva: "chi dite che io sia?".  E vi spiego anche perché!   Da quando Papa  Giovanni Paolo II definì gli ebrei "fratelli maggiori" (non indaghiamo sui motivi occulti di ciò) s'è scatenata la […]

articoli   |   Tags:

Beati i semplici

Pubblicato da

Per chi, in questo stralunato ed analfabetizzante paese, possiede ancora il gusto per la cultura e l'esercizio dell'intelletto, Monsignor Gianfranco Ravasi è una delle pochissime rocce affioranti sulle quali aggrapparsi. Se la domenica mattina riesco a svegliarmi in tempo, non c'è niente che possa costringermi a perdere la sua trasmissione ‘Frontiere dello Spirito' (Canale 5). É semplicemente affascinante assistere al dispiegarsi della sua impressionante ‘massa di manovra' intellettuale, al suo rigoroso argomentare, mentre smonta , analizza e rimonta, da Genesi ad Apocalisse, ogni versetto delle Sacre Scritture. E tutto questo con naturale semplicità e senza la minima supponenza; cosa che è da fuoriclasse!

articoli   |   Tags:

Teoricamente ben poco, per non dir nulla, mi dovrebbe stropicciare del fatto che un musulmano s'è convertito al cattolicesimo; neanche se a battezzarlo fosse stato, che so … il Papa! In persona. Esattamente lo stesso varrebbe nel caso del passaggio inverso, naturalmente! Ognuno ha il diritto sacrosanto di scimunire (*) come meglio gli pare, nonché, piace. C'è stato però recentemente un caso di conversione (del primo tipo: mus. → catt.) che per i motivi che mi accingo a dire, m'ha fatto scattare qualcosa dentro, sì da costringermi a prendere una penna in mano e a passarne il contenuto fluido su qualche foglio di carta.

articoli   |   Tags:

Pape’ Satan

Pubblicato da

"La mossa più intelligente, più bella, più astuta del diavolo è quella di far credere che non esiste"(Charles Baudelaire) Così il più maledetto tra i poeti maledetti. Nessuno dovrebbe dunque esser meglio deputato di lui a giudicare cose di questo genere. Mah! Non vorrei approfondire troppo sulla consistenza logica dell'espressione, non foss'altro per il fatto che, se ciò fosse vero, il diavolo sarebbe stato talmente bamba da essersi fatto smascherare da Baudelaire. Ma visto che qui, trattandosi di espressione poetica, è l'effetto evocativo che conta, mi permetto solo di dire che è probabile che Baudelaire non fosse maledetto quanto basta; tanto cioè da non accorgersi che esiste qualcosa di ancor più satanicamente efferato.

articoli   |   Tags:

Acetum

Pubblicato da

Non conosco Massimo di Forti, anzi, non ricordo di aver mai letto il suo nome prima del 10 dic 07 (su ‘Il Messaggero'), ma è indubbio che si tratta di persona culturalmente ben preparata. Nel suo articolo "Che pessimi ‘avvocati' ha l'ateismo" scaglia indignato i suoi anatemi contro quegli intellettuali che negli ultimi tempi hanno prodotto saggi contro la religione all'insegna "… dell' arroganza e dello scherno". Cita Onfray, Lopez Campillo y Ferreras, Dawkins e Sam Harris e li taccia di "…scientismo di mediocre qualità".

articoli   |   Tags:

E allora, mambo!

Pubblicato da

Bellissima puntata, quella di ‘Porta a porta' di fine novembre 2006; sostanziosa e molto istruttiva. In concomitanza con l' uscita del film ‘Nativity', di cui verranno proiettati alcuni spezzoni, il tema della serata è la Madonna e tutto quanto (o quasi) concerne la sua straordinaria figura. Poi il discorso si amplierà inevitabilmente.

articoli   |   Tags:

Quando capita tra le mani un saggio dal titolo ‘Gesù non l'ha mai detto – Millecinquecento anni di errori e manipolazioni nella traduzione dei VANGELI' (ed. Mondadori. Titolo originale: ‘Misquoting Jesus', cioè: ‘Citare Gesù erroneamente'), la prima cosa che viene da pensare è che l'autore sia un bieco laicista, uno di quei tipacci allevati nelle filosofie mondane – tipo Piergiorgio Odifreddi o Corrado Augias – immemore del fatto che Gesù s'è sacrificato anche per lui.

articoli   |   Tags:

(o forse è un virus?) Premetto che non sono piemontese (mi riferisco al "neh!"). Sono solo un po' (very po') poliglotta. Detto questo , di cui frega niente a nessuno, aggiungo che intendo qui mettere in rilievo cos' è l'atteggiamento mentale confessionale nei confronti del sapere – di quello scientifico in particolare – che chi è laico – e spero sia così per ognuno – non ha fondato motivo di praticare.

articoli   |   Tags: