About: Batman Vs Superman - Dawn of Justice

[voto: 7.3/10] [spoiler inside] Fare film sui fumetti della DC Comics è più difficile che farli su quelli della Marvel. Per tanti motivi. Il primo di una lunga serie è il fatto che i supereroi targati DC sono quasi tutti più giovani di quelli targati Marvel. Mentre per i primi vediamo il loro debutto negli anni ’30, per i secondi stiamo parlando degli anni ’60. Ad eccezione di Capitan America ovvio, ma anche qui il restyling effettuato da Stan Lee nello stesso periodo del secondo dopoguerra è fondamentale. I supereroi storici della DC sono Superman, Batman, Wonder Woman, Flash, Lanterna Verde e Acquaman. Ora Batman è senz’altro quello più affascinante proprio perché non è un “super” eroe nel senso stretto del termine, ma un uomo che con il suo dramma personale alle […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , ,

About: Lo chiamavano Jeeg Robot

[voto 8.3/10] Dopo “Il ragazzo invisibile” di Gabriele Salvatores siamo andati a vedere il nuovo film sui supereroi all’italiana con un certo timore. Non perché il primo non ci fosse piaciuto ma perché il rischio di scimmiottare troppo il cinema americano ci sembrava veramente dietro l’angolo. Ma se nel film di Salvatores al centro della vicenda risultava il ragazzo con i suoi superpoteri in crisi adolescenziale (cosa che insomma per chi segue i supereroi non è certo nuova) il film del debuttante Gabriele Mainetti va molto oltre i cliché del filone supereroico. L’operazione del regista è quella di sfruttare la storia “fantascientifica” per mettere al centro dell’attenzione una città, Roma, con il degrado delle sue periferie e l’alienazione dei suoi abitanti. Ci piacerebbe definirlo un film distopico, ma in realtà abbiamo il […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , ,

About: Il caso Spotight

[voto 8.3/10] [spoiler: è vero, ci sono tanti preti pedofili nella chiesa cattolica] Ci viene da sorridere a recensire questo film. Ovviamente il sorriso è quello ironico quasi sarcastico, molto più amaro che dolce. Cosa vi dovremmo dire? Che noi laici ve l’avevamo raccontata da tempo questa storia? Che il bubbone scoppiato a Boston nel 2002 ha generato una reazione a catena in un’infinità di altre città del mondo? Che la percentuale dei preti pedofili nel clero è ben più alta di quella della pedofilia come malattia endemica della popolazione? (percentuali ben superiori al 5 percento fra i sacerdoti mentre si attesta allo 0,05 percento nella popolazione laica). Che le alte gerarchie ecclesiastiche sapevano tutto ma si limitavano a spostare i preti accusati da una parrocchia all’altra? Cosa volete che vi diciamo se, […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , ,

About: The hateful eight

[voto: inevitabilmente 8.0/10] L’ottavo film di Tarantino in realtà è il nono o anche l’undicesimo. Infatti “The hateful eight” si può considerare ottavo solo considerando Kill Bill Vol. I e Vol. II un unico film e ignorando che il buon Quentin ha diretto un episodio di Four Room e uno di Sin City. “Gli odiosi otto” è un film che, come ci ha abituato il regista di Knoxville, è una miniera d’oro per gli amanti del gore e delle storie pulp, ma soprattutto, come abitudine per i filma tarantiniani, è un florilegio di omaggi e citazioni. Forse anche il fatto che gli odiosi siano nove alla fine potrebbe essere un omaggio al fatto che i tre moschettieri erano quattro. Insomma quando c’è Quentin Tarantino in regia tutto è possibile. Sinceramente anche tutta […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , ,

About: Point Break

Pubblicato da

About: Point Break

[voto 5.9/10] Premesso che è sempre difficile fare un remake perché il risultato si dovrà confrontare comunque con un film che ha avuto successo (altrimenti perché farlo?) e che negli ultimi anni questi remake si dividono in “inguardabili” (ad esempio Total Recall), “appena passabili” (ad es. Fright Night) e “non ho capito che l’hanno rifatto a fare” (ad es. Funny Games) il lavoro del regista quasi esordiente Ericson Core non rientra in nessuno dei tre casi, pur non convincendo a sua volta. Inaugura quindi una nuova categoria dei remake, quelli del “ma anche no”. Ovviamente il confronto è arduo perché stiamo parlando di un capolavoro del 1991 firmato da sua maestà Kathryn Bigelow, con la coppia di attori stratosferica Patrck Swayze e Keanu Reeves. Tuttavia non è la regia a mancare e […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , ,

The revenant

Pubblicato da

The revenant

        [attenzione: spoiler inside] Voto: 7.1/10 Cominciamo a rispondere alla domanda che questo film porta con se fin da prima della sua uscita. Sarà il film che farà vincere l’oscar a Leonardo Di Caprio? Sì. Secondo noi sì, non fosse altro per mantenere l’abitudine che i migliori del cinema vincono l’Oscar con il loro film peggiore. Come non è vero? Con che film hanno vinto l’oscar i fratelli Coen? “Non è un paese per vecchi”, appunto lo vogliamo paragonare a “Fargo” o a “Il grande Lebowski”? Non siete convinti? Allora, con che cosa ha vinto l’oscar Martin Scorsese? “The Departed” non paragonabile con i capolavori come: “Casinò”, “Quei bravi ragazzi” o “Toro Scatenato”. Ancora non vi basta? Quentin Tarantino con che cosa ha vinto l’oscar? Ah già… Tarantino non ha […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , ,

Cacao City

Pubblicato da

Cacao City

Ci siamo avvicinati con un po’ di diffidenza a questo Cacao City… “sarà una storia tipo Willy Wonka?” ci chiedevamo… ”Non saremo un po’ troppo cresciuti per leggerla?” I timori, in realtà, sono presto svaniti leggendo la quarta di copertina e comprendendo l’ironia della cosa, dopodiché le prime pagine del romanzo ci hanno scaraventato subito in un noir avvincente, ambientato in una Milano di un futuro alternativo. Ci piacerebbe poter definire questo futuro descritto da Antonietta Usardi distopico, ma in realtà ci sembra che l’autrice del romanzo non abbia dovuto faticare troppo per immaginare una realtà italiana appena un poco peggiorata rispetto ai nostri giorni. L’idea di una nuova droga a base di cacao rafforzato che va a colpire gli anziani e non i giovani è di certo originale e unica nel […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , ,

Cenerentola ascolta i Joy Division

Deve essere il nostro rapporto di amore e odio per i Joy Division che ha permesso alla copertina di questo romanzo di Romeo Vernazza (Tempesta Editore 2014, 219 pag. 15,00 euro) di ipnotizzarci appena visto nello stand della fiera romana Più Libri Più Liberi. Un romanzo di esordio, come è specificato nella quarta di copertina, è sempre una scommessa per il lettore. In particolar modo quando l’editore non fa parte di quelli in grado di organizzare campagne di lancio mediatiche sontuose.

articoli, recensioni   |   Tags: , , , ,