About: La chiesa immobile

La chiesa immobile. Francesco e la rivoluzione mancata di Marco Marzano. Ed. Laterza 2018. L’autore presenterà il suo libro con Civiltà Laica Sabato 13 ottobre, ore 17.00 alla Libreria Feltrinelli Point di Terni, via C. Battisti 9.  La storia del Cristianesimo, si sa, è piena di miracoli fittizi, smentiti dalle stesse gerarchie cattoliche che per prime invitano a non prenderli sul serio. È dunque fin troppo facile abituarsi a non dare peso al proliferare di questi eventi straordinari, con il rischio però di non accorgersi dei miracoli che accadono davvero. Come quando uno degli uomini più potenti del Pianeta, capo della più longeva e conservatrice istituzione del mondo, vertice dell’ultima monarchia assoluta su base teocratica ancora esistente in Europa, riesce ad essere scambiato per un rivoluzionario. Bisogna essere onesti e riconoscerlo: è un […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , , ,

About: “Signori” di Warwick Collins

Molto spesso ci domandiamo come far comprendere in modo facile e senza grandi giri di parole il concetto di tolleranza a chi tollerante non è. Certo, possiamo suggerire di leggere i nostri contributi o quelli molto più autorevoli di Locke, Voltaire, D’Holbaq e Popper. Possiamo suggerire di guardare con mente critica e aperta a quello che ha portato l’intolleranza nella storia dell’Homo Sapiens. Però poi quando ti scontri con delle persone veramente chiuse alla fine ti dicono, “Ok, tu pensala come vuoi con tutti i tuoi bei discorsi, ma io resto dell’opinione che mettere un bel muro fra me e chi la pensa diversamente da me e impedire a chiunque al pensi diversamente di entrare in questa città sia la cosa più sicura e conveniente per me e la mia famiglia.” A […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , ,

About La cura dal benessere

[attenzione spoiler] voto 5,6/10 Da Gore Verbinski ci aspettavamo di più. Del regista che abbiamo molto apprezzato per “The ring” e la trilogia de “I pirati dei caraibi” ma anche per il significativo “The weather man” con Nicolas Cage, ci aspettavamo un ritorno all’horror che fosse molto più convincente. Invece al di la’ della solita maestria con la macchina da presa (molto bravo a mostrare situazioni “ansiogene” anche in luoghi inconsueti per il gotico, tipo la piscina di una spa nelle Alpi svizzere) questo film sembra mancare del primo requisito fondamentale per ogni storia horror o thriller che si rispetti, ovvero la “credibilità”. A parte il fatto che vecchi ricchi miliardari che scompaiono dai luoghi del loro potere per lasciare in mano tutte le loro fortune ai consigli di amministrazione sono già […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , ,

About: Arrival

Pubblicato da

About: Arrival

[attenzione spoiler] [voto: 7.8/10] Dunque, Arrival non è un film sugli alieni. O meglio è un film sugli alieni ma non è ne’ la classica invasione aliena di “Indipendence day” e neanche il classico film sugli alieni buoni e i terrestri tanto cattivi come ET o Starman. Per dirla tutta, se proprio vogliamo trovare un paragone è un aggiornamento filosofico del capostipite: “Incontri ravvicinati del terzo tipo” di Spielberg. “Quindi è un film sugli alieni” direte voi. No. Gli alieni fanno da contorno a tre cose: il tempo, il linguaggio e la morte. Il film si apre con una serie di immagini della vita di Louise Banks (una delle linguiste più brave del pianeta) insieme alla figlia che muore appena adolescente per un male incurabile. E qui c’è un indizio, lasciato dal […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , , ,

About: X Men - Apocalisse

[Voto: 7,4/10] [attenzione: spoiler inside] Il lavoro fatto da Bryan Singer sui supereroi più complessi di tutto il panorama Marvel è certamente degno di nota. Fin dai primi due film da lui diretti che all’inizio degli anni 2000 spalancarono la porta (insieme all’Uomo Ragno di Sam Raimi) all’inondazione dei cinema di personaggi dei fumetti il livello è stato altissimo e la scelta del cast quasi perfetta. Anche la scelta di far ripartire la serie creando una linea temporale diversa dopo il prequel X-Men – l’inizio si è rivelata vincente, il passaggio di consegne dal vecchio Patrick Stewart al nuovo James Mc Avoy che entrambi interpretano il Prof. Xavier ha creato una certa confusione fra i meno attenti (memorabile su Deadpool la battuta di questo che viene trascinato da Colosso ad incontrare Xavier […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , , , ,

About: The hateful eight

[voto: inevitabilmente 8.0/10] L’ottavo film di Tarantino in realtà è il nono o anche l’undicesimo. Infatti “The hateful eight” si può considerare ottavo solo considerando Kill Bill Vol. I e Vol. II un unico film e ignorando che il buon Quentin ha diretto un episodio di Four Room e uno di Sin City. “Gli odiosi otto” è un film che, come ci ha abituato il regista di Knoxville, è una miniera d’oro per gli amanti del gore e delle storie pulp, ma soprattutto, come abitudine per i filma tarantiniani, è un florilegio di omaggi e citazioni. Forse anche il fatto che gli odiosi siano nove alla fine potrebbe essere un omaggio al fatto che i tre moschettieri erano quattro. Insomma quando c’è Quentin Tarantino in regia tutto è possibile. Sinceramente anche tutta […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , ,

The revenant

Pubblicato da

The revenant

        [attenzione: spoiler inside] Voto: 7.1/10 Cominciamo a rispondere alla domanda che questo film porta con se fin da prima della sua uscita. Sarà il film che farà vincere l’oscar a Leonardo Di Caprio? Sì. Secondo noi sì, non fosse altro per mantenere l’abitudine che i migliori del cinema vincono l’Oscar con il loro film peggiore. Come non è vero? Con che film hanno vinto l’oscar i fratelli Coen? “Non è un paese per vecchi”, appunto lo vogliamo paragonare a “Fargo” o a “Il grande Lebowski”? Non siete convinti? Allora, con che cosa ha vinto l’oscar Martin Scorsese? “The Departed” non paragonabile con i capolavori come: “Casinò”, “Quei bravi ragazzi” o “Toro Scatenato”. Ancora non vi basta? Quentin Tarantino con che cosa ha vinto l’oscar? Ah già… Tarantino non ha […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , ,

Cacao City

Pubblicato da

Cacao City

Ci siamo avvicinati con un po’ di diffidenza a questo Cacao City… “sarà una storia tipo Willy Wonka?” ci chiedevamo… ”Non saremo un po’ troppo cresciuti per leggerla?” I timori, in realtà, sono presto svaniti leggendo la quarta di copertina e comprendendo l’ironia della cosa, dopodiché le prime pagine del romanzo ci hanno scaraventato subito in un noir avvincente, ambientato in una Milano di un futuro alternativo. Ci piacerebbe poter definire questo futuro descritto da Antonietta Usardi distopico, ma in realtà ci sembra che l’autrice del romanzo non abbia dovuto faticare troppo per immaginare una realtà italiana appena un poco peggiorata rispetto ai nostri giorni. L’idea di una nuova droga a base di cacao rafforzato che va a colpire gli anziani e non i giovani è di certo originale e unica nel […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , ,