La coscienza sporca dell'Europa e le parole ipocrite di Papa Francesco I

“Ci risiamo, Civiltà Laica non perde occasione per parlare male del Papa qualunque cosa egli faccia o dica.” Va bene, ora che l’avete detto possiamo provare ad analizzare con un poco di razionalità, cosa che ormai facciamo in pochi, il triste spettacolo che ha visto Papa Francesco I insignito del Premio Carlo Magno (…en passant, a quando un premio Attila?) il 6 Maggio in Vaticano? Ci proviamo, nessuno vi costringe a leggere. Per ringraziare i leader europei accorsi ad assistere il conferimento di questa onorificenza, Papa Francesco I ha pensato bene di strigliarli come si deve per via delle sempre più crescenti politiche xenofobe e anti-migratorie che ormai quasi ogni stato europeo sta mettendo in pratica o studiando. Ha ricordato a questi indegni governanti che “L’identità europea è sempre stata dinamica e […]

articoli, riflessioni   |   Tags: , , ,

L’alba

Pubblicato da

L'alba

Era il febbraio 2002 quando sotto la statua di Giordano Bruno a Campo de’ Fiori divenni un attivista per la laicità e per i diritti civili iscrivendomi ad una nota associazione della quale (in questo momento) voglio tacere anche il nome. Da quel giorno ho dovuto assistere a tutto quello che un attivista per i diriti civili non vorrebbe mai vedere ma per cui ha deciso di combattere: gli schieramenti di convenienza dei politici, i crocifissi nei seggi elettorali, il voltafaccia sulla legge 40 di Rutelli (l’uomo che ha spalancato la porta all’entrismo confessionale all’interno della sinistra italiana provocandone lo sfacelo), il fallito referendum del 2005 (vissuto in prima linea nel comitato promotore) per tentare di abolirla, gli obiettori nelle strutture pubbliche (che poi andavano a praticare serenamente aborti nelle strutture private), […]

articoli, riflessioni   |   Tags: ,

Scuole paritarie: quale servizio pubblico?

Sono passati 16 anni da quando l’allora ministro dell’Istruzione Luigi Berlinguer, con la legge 62 del 10 marzo 2000, definì i criteri per la parità tra scuola privata e scuola pubblica e battezzò l’insieme delle due “Sistema nazionale di istruzione”. In sostanza, una scuola privata per essere “paritaria” – e quindi poter rilasciare titoli di studio legali – deve rispettare norme e ordinamenti vigenti su offerta formativa e organi collegiali, accettare tutte le richieste di iscrizione senza discriminazioni e assumere docenti in possesso di abilitazione all’insegnamento. Qualora poi non ci siano fini di lucro, l’istituto accede ai finanziamenti pubblici stanziati annualmente, una cifra che si aggira intorno ai 500 milioni di euro l’anno. La dicitura «senza oneri per lo Stato» con la quale la nostra Costituzione all’articolo 33 autorizza l’istituzione di scuole […]

articoli, riflessioni   |   Tags: , , ,

Lettera aperta a Bagnasco

  Sig. Bagnasco Da tempo non mi occupo troppo attivamente di questioni relative alla laicità dello stato, lo faccio in quel poco spazio che la vita e gli impegni quotidiani mi permettono, quando però leggo determinate asserzioni da parte della sua corporazione sento il dovere di dover esporre le dovute puntualizzazioni, esattamente come può farlo lei o qualcuno dei suoi colleghi in altre occasioni di dibattito politico; tuttavia a questo giro eviterò di sproloquiare sulla questione “ingerenze” ed andrò direttamente all’oggetto del contendere. E’ di oggi la notizia per cui lei avrebbe affermato che “ … I bambini non sono mai un diritto poiché non sono cose da produrre“, e che “… la famiglia ha una identità unica e propria riconosciuta dalla Costituzione e dal sentire della gente”; le suddette affermazioni sono […]

articoli, riflessioni   |   Tags: , ,

Pestaggi, torture, violenze. Pedofilia. Per almeno 40 anni i bambini del coro delle voci bianche della cattedrale di Ratisbona in Baviera hanno subito di tutto da alcuni dei loro educatori. In 231 sono stati sottoposti ad abusi di ogni genere al buio delle stanze della storica istituzione fondata nel 975 e diretta per 30 anni fino al 1994 da mons. Georg Ratzinger, fratello del papa emerito Benedetto XVI. Sono le conclusioni dell’inchiesta commissionata dalla direzione del Coro nel 2010 all’avvocato Ulrich Weber rese note venerdì 8 gennaio durante una conferenza stampa a Ratisbona. La notizia è velocemente rimbalzata dall’Europa negli Stati Uniti, dove il New York Times è uscito con un importante articolo, ma senza passare per l’Italia. Nessuna delle grandi testate nostrane le ha degnato la giusta attenzione. Non il Corriere, […]

articoli, riflessioni   |   Tags: , , , ,

Dio non c’entra

Pubblicato da

Tra le tante considerazioni che si possono fare sulla terribile vicenda di Parigi, una merita qualche parola dal punto di vista della laicità e della non credenza. Mi riferisco all’opinione, che sui giornali e nei discorsi ufficiali sta prendendo sempre più forza, secondo la quale la religione sarebbe,contro ogni evidenza, estranea alla vicenda e agli episodi di terrorismo.

articoli, riflessioni   |   Tags: , , , ,

Lo confessiamo. Presi com’eravamo dalle mille attività dell’associazione di questo novembre 2015 (nuovo numero della rivista appena stampato, corso di fotografia, convegno sul testamento biologico) ci eravamo persi una polemica scoppiata nella nostra città. L’Istess che organizza il festival cinematografico Popoli e Religioni decide di installare al cenacolo di San Marco (chiesa sconsacrata) una “discoteca araba separata” (ovvero con gli uomini separati dalle donne).

articoli, riflessioni   |   Tags: , , ,

Antonio Socci: l'infallibile!

Insomma lo sappiamo, ce lo siamo sentiti dire tante volte, noi anticlericali non possiamo parlare del Papa, della chiesa o di teologia perché non ci capiamo niente di queste cose, abbiamo pregiudizi dogmatici (non è una battuta, lo dicono davvero), e poi se siamo pure atei il cerchio è concluso, un ateo non può parlare di religione. Perché? Ma perché lo dicono loro (la parte più integralista dei credenti) e che diamine, cosa vogliamo dargli torto? Beh, si.

articoli, riflessioni   |   Tags: , , , ,