Il sondaggio de la repubblica pubblicato ieri deve essere stata una doccia gelata per i leader del Partito Democratico, i cattolici praticanti voteranno in massa per il Partito della Libertà di Berlusconi. Questo è bastato alla pasionaria del cilicio, Paola Binetti, per lanciare la sua accusa contro i vertici del suo partito, rei di aver stretto l’accordo con i radicali. Lo dico francamente, per chi è come me totalmente estraneo al PD è davvero uno spasso gustare le continue esternazioni della sua componente teo-dem che non è mai abbastanza contenta della piega clericale che ha preso il partito. Non è bastato rinnegare le alleanze con la sinistra, ne costringere i radicali ad un accordo capestro che li vedrà in numero realmente esiguo in parlamento, ne allontanare in malo modo il laicista Bosellli, ne riconoscere nei propri […]

blog   |   Tags: , , , , , , , ,

Non ho proprio digerito l’entrata degli esponenti del Partito Radicale nel Partito Democratico. Capisco tutte le esigenze di evitare la prospettiva di non tornare alla politica extraparlamentare (particolarmente dura dopo che per due anni si sono provati gli agi del governo diretto dello stato, evidentemente), ma l’accettare supinamente di entrare in un partito che mette fra i suoi valori costituenti il contrario della laicità (ovvero l’importanza della religione nella “cosa” pubblica) significa rinnegare completamente i valori laici e anticlericali che i Radicali avevano sempre fieramente sostenuto fino ad oggi. Avrei capito un entrata in “coalizione” con il proprio simbolo DISTINTO da quello della nuova Democrazia Cristiana di Veltroni, ma abbassarsi fino a scambiare qualche collegio elettorale garantito nelle loro liste è una mossa che non posso accettare. È una giornata storica dice […]

blog   |   Tags: , , , , , , ,

Sono certo che una logica dietro le scelte politiche del “chennediano de noantri” c’è. E confido  nella storia che un giorno ce la svelerà. Allora, forse tutto ci apparirà più chiaro. Per adesso limitandoci alla sfuggente attualità, non posso che restare sempre più perplesso e interrogarmi sul dilemma: Veltroni c’è o ci fa? Dopo aver fatto tutto quanto era nelle sue possibilità per destabilizzare il governo Prodi e costringere l’Italia ad una nuova tornata elettorale con la legge “porcellum” che costringe tutti ad allearsi per evitare di scomparire, lui decide di correre con il suo PD da solo consegnando l’Italia alle destre. Evidentemente la cosiddetta sinistra, non paga di aver evitato accuratamente di risolvere l’annoso conflitto d’interessi berlusconiano durante il suo governo, oggi decide di uscire allo scoperto e lavorare esplicitamente per […]

blog   |   Tags: , , , , , , ,

Il re è nudo

Pubblicato da

Come ampiamente previsto i nodi sono venuti al pettine. Il PD alle prime prove del fuoco si dimostra per quello che è, un partito totalmente piegato alle richieste vaticane e totalmente appiattito sulle posizioni dei suoi esponenti teo-dem più intransigenti. Esponenti che hanno paura anche di gesti simbolici come quello di creare un registro delle unioni civili a Roma, città del Papa (e sottolineo del Papa, nel suo significato possessivo). Il voto di ieri nel comune di Roma distrugge, di fatto, una maggioranza quella di centrosinistra e ne consacra un altra, quella della destra clericale. I Piddini hanno infatti votato con estrema disinvoltura a fianco della destra clericale nei due ordini del giorno presentati dalla Sinistra Arcobaleno e dalla Rosa nel Pugno, affossando senza pietà la testimonianza di diecimila persone (il doppio del necessario per presentare una delibera popolare) che avevano […]

blog   |   Tags: , , , , , ,

Nel Consiglio comunale del 17 giugno 2007 ho presentato una mozione per l’istituzione a Roseto degli Abruzzi di un registro delle unioni civili, il quale avrebbe avuto valore nel solo territorio comunale, non avrebbe interferito con i registri anagrafici e non sarebbe entrato nel merito delle tutele previste dal diritto di famiglia. Proponevo uno strumento di grande valore simbolico e di civiltà che avrebbe avuto la funzione di riconoscere piena cittadinanza ai nuclei familiari che si sono costituiti non in forza del matrimonio religioso o civile, ma in presenza di solidi e duraturi vincoli affettivi o per reciproca assistenza morale e materiale. Le conseguenze sul piano amministrativo sarebbero state limitate all’assistenza sociale. Si trattava di una proposta sensata e ragionevole, con la quale invitavo il Consiglio a riconoscere nuove forme di convivenza […]

blog   |   Tags: , , , , , , , ,

 Cerchiamo di fare il punto della situazione politica. In Italia la cosidetta “sinistra” è al governo, ha vinto le elezioni appena un anno fa presentando un tomo programmatico di 289 o giù di li pagine (di cui si mormora che abbia causato più casi di catalessi della leggendaria mosca tzè tzè). Programma oceanico inapplicabile e puntualmente accantonato dopo circa sei mesi per i più pratici 12 punti di Prodi; fondamentali, irrinunciabili e imprescindibili di cui infatti non parla più nessuno neanche a “porta a porta”. Tra l’altro l’accantonamento del malloppo programmatico mi ha fatto riflettere molto sul senso che ha, in questo paese, parlare di programmi politici o se non sia molto meglio chiedere lumi agli esperti di navigazione a vista (magari in barca a vela). Ora mentre il Presidente del Consiglio […]

blog   |   Tags: , , , , , , , , , , ,