C'era una volta Hollywood... e un futuro passato

[voto: 7.7/10] [attenzione spoiler] Quentin Tarantino ormai è una leggenda vivente. Dopo Stanley Kubrick non ci ricordiamo altri registi il cui nome poteva trascinare folle di persone nella sala cinematografica a prescindere dagli attori, dal genere di film e dalle recensioni. È “solo” il suo nono film, non considerando ovviamente l’episodio di Four Rooms da lui diretto e considerando Kill Bill I e II come un unico film. Ecco, forse possiamo proprio mettere il doppio film girato con la sua musa più famosa, Uma Thurman, come uno spartiacque della sua carriera. Prima di allora era considerato un grandissimo regista di genere ma snobbato da chi va al cinema solo per “roba seria”, come si suol dire. Dopo Kill Bill invece il nome del regista è un richiamo sufficiente per far correre in […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , , , , ,

About: Il Signor Diavolo

[Voto 8,2/10]  [attenzione spoiler]  Che Pupi Avati con l’horror ci sapesse fare è chiaro a chiunque abbia visto “La casa delle finestre che ridono”, indimenticabile cult del 1976 che insieme a “Profondo Rosso”, “Suspiria” di Dario Argento e “Non si sevizia un paperino” di Lucio Fulci rappresentano il meglio della produzione horror italiana degli anni settanta. Se il suo ritorno al genere con “Il nascondiglio” (2007) aveva lasciato un po’ perplessi, con questo “Il Signor Diavolo” invece colpisce nel segno e regala (come aveva già fatto Guadagnino lo scorso anno) una lezione di cinema in un momento in cui Hollywood ci sembra troppo concentrata nel proporre film horror con trame così scadenti che effetti speciali e “scene buh!” non possono mai compensare (lo diciamo attendendo il secondo capitolo di It con trepidazione). […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , ,

X-Men Vs Avengers: 1 a 1

[attenzione: spoiler vari] Ogni generazione ha i suoi miti, e sebbene molti siano ormai trasversali quelli che nascono o esplodono durante la propria giovinezza sono quelli a cui si resta affezionati. Così per la nostra generazione di lettori di fumetti (quando ancora Lucca Comics non era l’evento culturale che muoveva più soldi in Italia) uno dei miti indissolubili sono di certo gli X-Men di Chris Claremont e i suoi immediati successori. Se la Marvel cominciava ad accusare un po’ di stanchezza dopo essere stata autrice del rilancio dei comics negli anni ’60 grazie a Spider Man, I Fantastici Quattro ed Hulk il suo rilancio lo deve proprio agli x-men, ovvero homo sapiens superior, mutanti con nuove capacità e per questo reietti della società. Quindi non solo super-eroi con super-problemi (esistenziali e non) […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , ,

Review: la seconda guerra civile americana

Nel tornare a guardare un film di venti anni prima si corre sempre il rischio di rovinarsi dei ricordi piacevoli. Il tempo passa molto velocemente nella cinematografia e spesso i ritmi che siamo abituati a seguire nelle visioni recenti sono molto diversi da quelli di decenni prima per l’appunto. Viceversa, ci sono film che ti sorprendono per la loro grandezza intuitiva degli autori che hanno anticipato tantissimo tematiche oggi al centro della discussione. Joe Dante (noto ai fans dell’horror per “L’ululato” e “I gremlins”) in questo suo piccolo capolavoro, che potremmo definire con un parallelismo neanche troppo azzardato un “Dottor Stranamore” in cui il nemico è interno agli Usa. La trama infatti vede l’Idaho dichiarare la secessione dagli Usa. Perché? Perché non vuole ospitare  un centinaio di bambini pakistani, salvati da un’organizzazione […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , , , ,

About: in a quiet place

[voto: 2.0/10] [sì, ci sono spoiler ma almeno risparmiate 5 euro] Votazioni web in data 9 aprile 2018 di questo film: 8,2/10 su imdb, 4/5 su coming soon, 3,5/ 5 su mymovies 97% su rotten tomatoes. Siete tutti impazziti o cosa? Ricominciamo da capo, ragazzi. Prima regola di un film horror: CREDIBILITÀ. Il che non vuol dire appiccicarci la scritta “tratto da una storia vera” come fa Scott Derrickson e altri che hanno imparato il trucchetto, vuol dire costruire una trama e una struttura che siano plausibili accettando i “what if” premessi dell’autore. Allora, mettiamo il caso che, sulla Terra ci sia stata un’invasione di pseudoragnoni (alieni? il film non spiega) che sono ciechi ma hanno un udito raffinatissimo per cui individuano le vittime al primo rumore che fanno quindi per non […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , ,

About: la forma dell'acqua

[voto 5,5/10] [attenzione spoiler] Non si può dire che il film vincitore dell’Oscar 2018 sia brutto. E non per rispetto verso l’accademy di cui, da tempo, delle sue scelte ci importa poco o niente (più o meno da quando non premiarono Pulp Fiction), ma perché, effettivamente, vuoi per la bravura degli attori, vuoi per la buona volontà della ricostruzione dell’America degli anni ’50 non si può dire che lo sia. Tuttavia è un film prevedibile, scontato, stereotipato e per di più molto banale. La realtà è che Guillermo del Toro, racconta una storia di cui sappiamo tutto dopo cinque minuti dall’inizio del film. L’omaggio al “Mostro della laguna nera” è evidente anche se la creatura uomo-pesce assomiglia un po’ troppo all’anfibio Abe del suo Hellboy. Ad ogni modo, come dicevamo, film prevedibile. […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , ,

Scott Derrickson e le “storie vere”

[warning: numerosi spoiler su film quali “L’esorcismo di Emily rose” “Liberaci dal male” “Il quarto tipo” “Sinister” e altri] Sarà così la vostra fantasia a vestire di sfarzo i nostri re, a menarli dall’uno all’altro luogo, saltellando sul tempo, e riducendo a un volger di clessidra gli eventi occorsi lungo diversi anni; Così Scriveva un tal William Shakespeare nel XVI secolo su quella cosa nota come “sospensione dell’incredulità”, ovvero quel che meccanismo che scatta nel lettore o nello spettatore di accettare l’universo proposto dal narratore anche se questo può essere del tutto o almeno in parte improbabile. Questo vuol dire che quando ci accingiamo a leggere il Dracula di Bram Stoker diamo per assodato che i vampiri esistono e non ne parliamo più; quindi non siamo ad ogni capitolo a dire no, […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , ,

About: Episode VIII – Gli ultimi Jedi

[ATTENZIONE SPOILER TOTALE] [VOTO: 9,1] Ve lo diciamo subito, il film non è per tutti. No, non c’è censura. Ma il film non è per tutti. Se fate parte della razza più pericolosa di ogni galassia, nota con le tre sedicentemente innocue lettere “fan” (che in realtà sono la contrazione della parola “fanatico”) ed in particolari siete fanatici di Star Wars non andate a vedere questo film. Imbarcatevi su un cargo battente bandiera liberiana e tornate dopo anni di vagabondaggi nei peggiori porti del globo, quando di Star Wars vi sarà rimasto solo un pavido ricordo. Allora, solo allora, potrete affrontare l’enorme torto che Ryan Johnson sotto la sapiente guida di J.J. Abrahms ha commesso ai danni della sagra di Star Wars. Ovvero la dissacrazione del mito Jedi. Lo diciamo senza tema […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , , , ,