In consiglio comunale in data di ieri, a Spoleto, è stata presentata una mozione da due consiglieri fascisti, Panifili e Militoni, che proponeva di non accogliere la proposta di sperimentare il farmaco RU 486 per l’interruzione volontaria di gravidanza, invece della consueta procedura chirurgica. La mozione è stata approvata con i vori favorevoli di A.N., U.D.C., S.D.I. e Margherita. Della Margherita, l’unico a votare contro è stato il prof. Castellana, presidente del consiglio comunale. Oltre allo stesso, hanno votato contro D.S., il gruppo misto e il consigliere Aurelio Fabiani, (ex R.C.). La capogruppo UDC, Pina Silvestri, senza la minima competenza in materia, ha dichiarato che il farmaco "Fa male e favorisce gli interessi delle case farmaceutiche". Mauro Valocchi

blog   |   Tags: , , , , , ,

Ci voleva proprio un po’ di ossigeno per la malconcia Chiesa Cattolica ridottasi a benedire i fedeli con il gesto dell’ombrello (vedi comportamento di Don Gelmini). Un provvidenziale errore umano (divinamente aiutato? non sta a noi laici dirlo, sono loro a sostenere che è onnipotente) ha trasformato in disgrazia una già difficile e non consueta pratica di aborto terapeutico selettivo in una gravidanza gemellare, e i vecchi tromboni arrugginiti hanno ricominciato a (s)parlare di eugenetica. Non c’è altro da aspettarsi da chi (come ho avuto già modo di scrivere) vive ritirandosi nel proprio mondo immaginario fatto di madonne grondanti sangue e santi con le stigmate nel punto anatomico sbagliato, ignora volutamente che la legge sull’aborto ha fatto diminuire il numero di aborti (leggi "ha aumentato il numero delle nascite") e salvato tantissime vite […]

blog   |   Tags: , , , , , ,