Così i possibili sindaci risposero

Pubblicato da

Così i possibili sindaci risposero

  Anche quest’anno la maggior parte dei candidati a sindaco ha risposto alla nostra associazione, per l’esattezza cinque sui sette interpellati. Sono, in ordine di risposta: Paolo Angeletti (PD), Alessandro Gentiletti (Senso Civico), Thomas De Luca (5 stelle), Mariano De Persio (Partito Comunista) ed Emiliano Camuzzi (Potere al popolo). Non ha risposto il “civico” Andrea Rosati (nonostante la richiesta di inviare le domande alla sua mail, cosa fatta e poi caduta nel vuoto), e non ha risposto il candidato del centrodestra Leonardo Latini che a quanto sembra, stando alle mancate “spunte” dei messaggi, non ha neanche aperto la posta della sua pagina pubblica di facebook (“Leonardo Latini sindaco di Terni”) creata appositamente per la campagna elettorale. Se Rosati è stato a lungo fuori Terni stando al suo curriculum e quindi ignora il […]

31 maggio 2018   |   articoli, in evidenza

Da leggere

Attualità

Buenos Aires: primo passo per la legalizzazione dell’aborto

Buenos Aires: primo passo per la legalizzazione dell'aborto

Approvata dalla Camera con 131 voti a favore e 123 voti contrari la depenalizzazione dell’aborto in Argentina. Se la legge passerà anche al Senato le donne argentine potranno finalmente abortire legalmente e in modo sicuro negli ospedali pubblici. ¡Que viva la lucha de las feministas!

Pubblicato da   |   articoli, attualità 15 giugno 2018   |  

Recensioni

About: Roma e i figli del male

About: Roma e i figli del male

Torniamo con piacere a leggere Alessandro Maurizi di cui avevamo già apprezzato qualche anno fa “Il vampiro di Munch”. Il suo nuovo thriller, lo diciamo subito, mostra una maturazione artistica dello scrittore non indifferente, i suoi personaggi sono più complessi e più strutturati e l’intera resa del romanzo è sopra al precedente che di certo non era da buttare. “Roma e i figli del male – La notte del commissario Castiliego” (Frilli editore, 304 pag. € 12,90) è un thriller/noir in cui i crimini sono molto particolari, si parla infatti della pedofilia e degli abusi sessuali nella Chiesa Cattolica e dell’uso scorretto degli esorcismi da parte di preti e vescovi senza scrupoli. Argomenti quindi non solo scottanti ma al centro della cronaca internazionale (molto più che di quella nazionale, ma non entriamo […]

Pubblicato da   |   articoli, recensioni 6 maggio 2018   |  

Riflessioni

L’aborto è la prima causa di femminicidio? Decisamente no

L’aborto è la prima causa di femminicidio? Decisamente no

A pochi giorni dalla Marcia per la vita promossa a Roma dai movimenti pro-life, a una settimana dal 40esimo anniversario dell’introduzione in Italia della legge 194 sull’interruzione volontaria di gravidanza e dal referendum irlandese sull’aborto, la nostra capitale è stata tappezzata di manifesti propagandistici dell’associazione spagnola Citizen Go. Così sulla via Salaria, per esempio, troneggia ora un enorme cartellone con la scritta, lapidaria, che “l’aborto è la prima causa di femminicidio nel mondo”. Con tanto di hashtag #stopabortocome invito alla condivisione sui social. A stupire non è tanto la presenza di una campagna anti-aborto, peraltro in linea con altre battaglie della stessa associazione come quelle relative ai casi Charlie Gard e Alfie Evans, quanto la brutalità con cui sono stati accostati due temi caldi e non direttamente collegati quali le interruzioni di gravidanza e la violenza sulle donne. La stessa Citizen Go, dalla propria pagina Facebook, è parsa voler mettere le mani avanti descrivendo lo slogan come “forte” e “provocatorio”, […]

Pubblicato da   |   articoli, riflessioni 16 maggio 2018   |  

filosofia e scienza

Il proibizionismo sulle droghe sta danneggiando la salute pubblica

Il proibizionismo sulle droghe sta danneggiando la salute pubblica

Non si scherza. Secondo un editoriale pubblicato sul British Medical Journal (Bmj) le dure leggi proibizionistiche sulle droghe (non solo sulla cannabis) stanno danneggiando la salute pubblica. E quando anche una delle riviste mediche più antiche e prestigiose del mondo arriva a schierarsi sostenendo la necessità di un cambiamento diretto verso la depenalizzazionee la regolamentazione di vendita e consumo per uso sia medicosia ricreativo di sostanze, i decisori politici dovrebbero proprio ascoltare. Non si tratta di una semplice presa di posizione ideologica, nel numero del Bmj dedicato all’analisi delle leggi sulle droghe si trovano dati ed esempi concreti che l’editore capo Fiona Godlee, nella sua prefazione all’editoriale principale di Jason Reed e Paul Whitehouse, definisce “indiscutibili”. Fatti che non lascerebbero “nessuna giustificazione razionale perché si continuino a criminalizzare le droghe”. Nonostante le pesanti restrizioni e le sanzioni previste finora dalle leggi britanniche per lo spaccio, la detenzione e il consumo di sostanze, la Scozia è il Paese con il tasso […]

Pubblicato da   |   articoli, filosofia e scienza 16 maggio 2018   |  

storia

Aridatejelo!

Aridatejelo!

È davvero una fortuna che un giornale illuminante come “Il Tempo” sia, per ragioni editoriali più o meno “misteriose”, regalato in Umbria insieme al Corriere regionale. Corriere che nel frattempo sotto la guida di Franco Bechis si è spostato più a destra di Forza Nuova fiutando l’aria che tira. Ad ogni modo dicevamo, grazie a questa accoppiata comica che mancava in edicola dai tempi in cui Cuore regalava Comix, abbiamo la possibilità di leggere vere e proprie chicche intellettuali: dalla lista di proscrizione per chi si dichiara comunista, agli editoriali di Veneziani direttamente ripresi dal tubolario della politica. Ha attirato la nosta attenzione invece questa imperdibile rubrica “Dragonera” di Pietrangiolo Buttafuoco ex missino e poliedrico autore e giornalista che tempo fa annunciò la sua conversione all’Islam sulle pagine de “il Foglio” causando […]

Pubblicato da   |   articoli, storia 16 aprile 2018   |  

come è andata?

Siamo Appena a Marzo…

Siamo Appena a Marzo...

Siamo appena a Marzo e le nostre iniziative sono state numerose e tutte molto seguite. Dopo i successi dell’Evolution day 2018 e delle lezioni di Filosofia Mon Amour invernale dedicata a d Hannah Arendt di cui vi abbiamo già parlato questo mese ha visto nostri ospiti i Prof. Angelo D’Orsi che ci ha parlato del 1917 insieme a Marco Vulcano e il Dott. Andrea Maori che ha presentato insieme a Marcello Ricci il suo libro “Costumi Proibiti” stay tuned for more rock’n roll

Pubblicato da   |   articoli, come è andata? 29 marzo 2018   |  

Nel nostro blog

Emiliano Camuzzi (Potere al Popolo) risponde a Civiltà Laica

30 maggio 2018

Emiliano Camuzzi (Potere al Popolo) risponde a Civiltà Laica

1) L’istituzione della sala del commiato laico di via delle Puglie ha sanato un grave deficit della nostra città negli anni scorsi. Viene usata sempre più spesso e avrebbe bisogno di piccoli adeguamenti per renderla più accogliente come, ad esempio, l’installazione di un piccolo impianto audio. Possiamo contare in un suo impegno in tal senso? Assolutamente SI. Tutto ciò che può alleviare la sofferenza delle persone e aiutarle nella rielaborazione del lutto deve essere fatto. Siccome crediamo, e dobbiamo costruire, uno Stato laico non si può lasciare solo alle confessioni, delle quali abbiamo il massimo rispetto come scelta individuale, il monopolio della sofferenza e le strategie della rielaborazione del lutto. 2) Anche l’istituzione del Registro dei Testamenti biologici è stata una conquista delle ultime legislature, possiamo contare nella sua collaborazione per adeguarlo […]

Mariano De Persio (Partito Comunista) risponde alle domande di Civiltà Laica

30 maggio 2018

Mariano De Persio (Partito Comunista) risponde alle domande di Civiltà Laica

1) L’istituzione della sala del commiato laico di via delle Puglie ha sanato un grave deficit della nostra città negli anni scorsi. Viene usata sempre più spesso e avrebbe bisogno di piccoli adeguamenti per renderla più accogliente come, ad esempio, l’installazione di un piccolo impianto audio. Possiamo contare in un suo impegno in tal senso? L’istituzione di una struttura che consente il commiato laico sia un atto di democrazia nei confronti dei cittadini che non si riconoscono in alcuna religione o confessione. In quest’ottica ritengo che sia necessario assicurarne la piena funzionalità. Credo che, anche nel contesto dei vincoli di bilancio che, se eletto, dovrò affrontare a causa della drammatica situazione finanziaria del comune, piccoli interventi come quello da lei citato non dovrebbero rappresentare un problema. 2) Anche l’istituzione del Registro dei […]

Thomas De Luca (Movimento 5 stelle) risponde a Civiltà Laica

25 maggio 2018

Thomas De Luca (Movimento 5 stelle) risponde a Civiltà Laica

1) L’istituzione della sala del commiato laico di via delle Puglie ha sanato un grave deficit della nostra città negli anni scorsi. Viene usata sempre più spesso e avrebbe bisogno di piccoli adeguamenti per renderla più accogliente come, ad esempio, l’installazione di un piccolo impianto audio. Possiamo contare in un suo impegno in tal senso? Colgo questa occasione per complimentarmi con la vostra associazione, senza la quale a Terni non ci sarebbero diverse cose, tra cui questo luogo. Credo che una sala del commiato laico sia una dotazione obbligatoria di ogni Comune che voglia definirsi civile. In una società multietnica come la nostra, sempre più interculturale, il tema del rispetto delle diverse sensibilità religiose è, oltre che un dovere etico, una necessità imprescindibile. Pertanto credo anzi che la sala di Terni vada potenziata, […]