FILOSOFIA MON AMOUR -D’HIVER

Pubblicato da

FILOSOFIA MON AMOUR -D'HIVER

4 gennaio 2018   |   articoli, in evidenza

Da leggere

Attualità

7 numeri di cui non sentirete parlare in campagna elettorale

7 numeri di cui non sentirete parlare in campagna elettorale

Fake news, tasse, pensioni, sicurezza, migranti, e pure canone Rai. Da che mondo e mondo in campagna elettorale si parla di tutto, ma soprattutto di quel che si può promettere al maggior numero di elettori – leggi: soldi in tasca, tutti e subito – per invogliargli a votare per questo o per quel candidato. Giusto o no, è legittimo e (fino a un certo punto) fisiologico. Noi che di voti non dobbiamo prenderne, invece, possiamo permetterci di parlare di alcuni problemi dimenticati dell’Italia. Quelli che richiedono tempi lunghi e soluzioni complesse. Quelli che non hanno ricette facili e soprattutto rischiano di rimanere sullo stomaco a qualcuno. Abbiamo scelto sette numeri – scovati nei rapporti di ricerca e nelle statistiche nazionali e continentali, non certo sulle prime pagine dei giornali – che in qualche modo […]

Pubblicato da   |   articoli, attualità 15 gennaio 2018   |  

Recensioni

Scott Derrickson e le “storie vere”

Scott Derrickson e le “storie vere”

[warning: numerosi spoiler su film quali “L’esorcismo di Emily rose” “Liberaci dal male” “Il quarto tipo” “Sinister” e altri] Sarà così la vostra fantasia a vestire di sfarzo i nostri re, a menarli dall’uno all’altro luogo, saltellando sul tempo, e riducendo a un volger di clessidra gli eventi occorsi lungo diversi anni; Così Scriveva un tal William Shakespeare nel XVI secolo su quella cosa nota come “sospensione dell’incredulità”, ovvero quel che meccanismo che scatta nel lettore o nello spettatore di accettare l’universo proposto dal narratore anche se questo può essere del tutto o almeno in parte improbabile. Questo vuol dire che quando ci accingiamo a leggere il Dracula di Bram Stoker diamo per assodato che i vampiri esistono e non ne parliamo più; quindi non siamo ad ogni capitolo a dire no, […]

Pubblicato da   |   articoli, recensioni 13 gennaio 2018   |  

Riflessioni

Apologia di Stephen King (e in particolare di IT)

Apologia di Stephen King (e in particolare di IT)

Ci hanno messo un po’ ma se ne stanno accorgendo. Stephen King è il più grande scrittore vivente. Uno scrittore di “horror” non può essere il più grande scrittore vivente, dirà qualcuno, perché è troppo di genere. Dimostrando così di conoscere solo una parte dell’immensa produzione kinghiana. Comincio da quest’aneddoto: un ventenne sapendo che faccio parte dell’organizzazione del Terni horror Fest comincia a parlarmi dei suoi film dell’orrore preferiti. Però poi mi dice: “la storia più terrificante che conosco però non è un film è una storia vera” e mi comincia a raccontare di un chirurgo americano che trafficava eroina dall’asia e si ritrova naufrago su di un isola, da solo con una valigia piena di eroina. All’inizio mangia i pesci e i granchi ma poi si rompe una gamba, se la […]

Pubblicato da   |   articoli, riflessioni 23 ottobre 2017   |  

filosofia e scienza

L’Avvenire scopre Wallace e ne approfitta per infangare Darwin

L’Avvenire scopre Wallace e ne approfitta per infangare Darwin

Ci piacerebbe davvero sapere quanti libri su Darwin e l’evoluzione biologica ha letto Simone Paliaga, spregiudicato articolista dell’Avvenire prima di scrivere questo piccolo capolavoro di ignoranza scientifica e storica. Viene da chiedersi se, almeno, la pagina di wikipedia italia dedicata ad Alfred Russel Wallace naturalista inglese contemporaneo di Sir Charles Darwin, l’abbia per lo meno sbirciata. Non ci sembra. L’articolo sul “caso Wallace” (ma quale caso?) pubblicato sulla versione on line del giornale dei vescovi italiani, esce in ritardo di quattro anni (nel 2013, centenario della morte di Wallace molti Darwin Day ed Evolution Day sono stati dedicati al naturalista che ebbe la stessa intuizione di Darwin); questo articolo pseudo-scientifico e sicuramente non storico, comincia facendo l’ipotesi ridicola che il lavoro di Darwin  sia stato scelto a posto di quello di Wallace […]

Pubblicato da   |   articoli, filosofia e scienza 29 settembre 2017   |  

storia

Lo ius primae noctis non è mai esistito, evviva il medioevo!

Lo ius primae noctis non è mai esistito, evviva il medioevo!

Lo sappiamo oggi per acquisire un minimo di visibilità per l’intellettuale basta scegliere fra riabilitare il medioevo, riabilitare Pio XII o infangare Darwin. Stefano Della Casa del giornale Wired sceglie la prima delle tre soluzioni. Dichiara solennemente che lo Ius primae noctis non è mai esistito e voilà! L’articolo viene condiviso, pensate un po’, anche dalla pagina facebook dell’Uaar. Ora la notizia non è nuova, da tempo sappiamo che effettivamente non ci sono giunti documenti scritti che attestino un’effettiva esistenza dello ius primae noctis. Per la gioia di coloro che al medioevo vorrebbero tornarci, ovviamente. Ora che Wired, giornale on line che pure da sempre stimiamo senta il bisogno di fare un articolo abbastanza inutile ci può anche stare; che l’Uaar (unione degli atei e degli agnostici razionalisti) lo condivida scrivendo “un […]

Pubblicato da   |   articoli, storia 26 settembre 2017   |  

come è andata?

Paola Barbato al Terni Horror Fest #3

Paola Barbato al Terni Horror Fest #3

Durante la terza edizione del Terni Horror Fest, festival dedicato all’orrore (e che infatti si tiene nei giorni intorno ad Halloween, dal 28 ottobre al 1 novembre) tra le varie iniziative c’è stata la possibilità di parlare con l’autrice Paola Barbato del suo ultimo romanzo, già recensito in un precedente articolo su questo sito, e della sua esperienza con la Bonelli. L’intervista è stata gestita da me e dallo scrittore e Presidente dell’Associazione Civiltà Laica che cura la direzione artistica del festival, Alessandro Chiometti.   A.: “‘Non Ti Faccio Niente’ è il quarto romanzo di Paola, che inizia come sceneggiatrice di Dylan Dog, e l’ho conosciuta come autrice del fumetto. Poi ho scoperto che pubblicava anche dei bellissimi libri, ed io ho iniziato a leggerla con ‘Il Filo Rosso’, anche se questo […]

Pubblicato da   |   articoli, come è andata? 24 novembre 2017   |  

Nel nostro blog

ANSIA BREAKING NEWS

15 gennaio 2018

ANSIA BREAKING NEWS

Il Presidente della CEI, Mons. Gualtiero Bassetti: BASTA PROMETTERE MIRACOLI! di seguito le reazioni: – Papa Francesco I: “Ah George, come era er nome originale de quella cosa che comannavi tu prima de fa er papa? Inquisizione vero? Che me dici ndo’ hai messo le chiavi per favore?” – Cardinal Ruini: “Vabbè… allora rinunciamo pure all’otto per mille già che ce stamo no?” – Mons. Paglia ex vescovo di Terni: “Niente raga’, state calmi… è solo che è stato troppo a Perugia.” – il sindacato delle Madonne apparse: “è con vivo rammarico che apprendiamo che i vescovi non apprezzano più il nostro duro lavoro, allora se dobbiamo smettere di apparire lo dicano e poi facciamo due chiacchiere anche sull’altra storiella della verginità prima dopo e durante il parto.” – La Sacra Sindone […]

ANSIA NEWS: par condicio e invece è un calesse

13 gennaio 2018

ANSIA NEWS: par condicio e invece è un calesse

– L’Onu si dichiara indignata per le dichiarazioni razziste di Donald Trump, l’ambasciatore Usa a Panama si dimette, la visita a Londra del presidente è stata annullata per le contestazioni previste e il wsj pubblica un articolo in cui il Trump ha pagato una pornostar per comprare il suo silenzio. Ma la peggiore notizia per gli Usa viene dai medici del presidente, che confermano il suo ottimo stato di salute. – Finalmente un po’ di chiarezza sulla posizione di Liberi e Uguali: è completamente alternativa al Pd con cui si alleerà dopo le elezioni che nel frattempo ha dichiarato impresentabile in Lombardia ma con cui sta cercando un accordo nel Lazio. Chiaro no? – Fuochi di artificio un po’ troppo esagerati in vista della visita di Papa Francesco in Sud America, hanno […]

La lapide per Low

24 dicembre 2017

La lapide per Low

Il cardinale nonché arcivescovo di Boston, Bernard Low, che coprì e protesse cento e più preti pedofili sottraendoli alla giustizia civile della sua città, divenuto famoso grazie all’inchiesta dei giornalisti del Boston Globe che per ciò si aggiudicò il premio Pulitzer, è morto. La chiesa Cattolica, non dimentica dei suoi meriti, lo onorerà con una sepoltura nella santissima e veneratissima chiesa di Santa Maria Maggiore, che gli dovrebbe assicurare un ingresso in Paradiso addirittura trionfale, accolto dalla banda dei serafini dalle sette paia di ali. Qui, sulla terra, sarà fusa in bronzo una lapide a solenne e futura memoria.   La lapide in bronzo   E’ morto, ahinoi, l’illustre cardinale che tanto amava i cari pargoletti e i preti protettori dei suddetti: adesso gli faranno un funerale.   Domanda un giornalista al […]