Logico!

Pubblicato da

Logico!

 Francesco Saverio Paoletti

26 Febbraio 2019   |   articoli, in evidenza

Da leggere

Attualità

World Congress of homunculus family

World Congress of homunculus family

Se pensavate che le ridicole attività dei sedicenti movimenti pro-vita negli anni settanta, come quella di mostrare feti di nove mesi sostenendo che erano di poche settimane, non si potessero più presentare ai giorni nostri perché avremmo dovuto aumentare la nostra sapienza e la nostra cultura siete stati degli ingenui ottimisti. “Ma non dovremmo evolverci?” si chiederà qualcuno troppo fiducioso nelle teleologie finaliste secondo cui l’evoluzione ci dovrebbe portare inevitabilmente al miglioramento della nostra specie e della nostra razza. Ciò che invece bisognerebbe sempre ricordarsi invece è che l’evoluzione biologica stessa (fermo restando che questa non ha nessun senso finalistico dimostrato) prevede i c.d. fenomeni di retro-evoluzione, nel senso che una specie può perdere la funzionalità di organi anche complessi faticosamente conquistati nel corso dei millenni se questa perdita nel nuovo ambiente […]

Pubblicato da   |   articoli, attualità 14 Marzo 2019   |  

Recensioni

PROLETKULT – Era solo il preludio, compagni!

PROLETKULT – Era solo il preludio, compagni!

“Un romanzo dei Wu Ming sulla rivoluzione russa è come un libro di Mozart sulla musica” Con queste aspettative abbiamo iniziato qualche giorno fa la lettura del nuovo romanzo del collettivo di scrittura bolognese. Del resto come non avere aspettative quando si parla degli autori di Q, L’armata dei sonnambuli, Asce di guerra, 54 e Manituana? Il problema è che quando si parte così spesso si rimane delusi. Non questa volta. I primi capitoli di un romanzo wuminghiano ci lasciano sempre spiazzati. Anche se conosciamo bene i loro lavori precedenti non abbiamo mai quella sensazione del “Che bello sono ritornato a casa!” come ci capita in genere con i nostri (altri) autori preferiti come Nick Hornby o Stephen King; ci capita invece di pensare “Ma dove vogliono andare a parare questa volta?”. […]

Pubblicato da   |   articoli, recensioni 16 Gennaio 2019   |  

Riflessioni

La disumanizzazione della sanità apre le porte ai ciarlatani

La disumanizzazione della sanità apre le porte ai ciarlatani

“Ma che piccola storia ignobile mi tocca raccontare, così solita e banale come tante…” cantava Francesco Guccini negli anni in cui si cominciavano ad aprire gli occhi sul problema dell’aborto; e una piccola storia ignobile, consueta e comune a tante persone ve la vogliamo raccontare anche noi. Un’anziana signora di 74 anni che vive da sola, cade in casa poco dopo la mezzanotte di un giorno di questo Marzo 2019 e, per una serie di sfortunati eventi, passa molte ore sul pavimento. Quando riesce ad avvertire i vicini e i familiari è già quasi mezzogiorno, arriva l’ambulanza e gli operatori non trovano nulla di rotto ma di comune accordo con i parenti la portano al pronto soccorso per un controllo. Anche perché la signora è ovviamente disidratata, impaurita e confusa. L’accompagnatore segue […]

Pubblicato da   |   articoli, riflessioni 24 Marzo 2019   |  

filosofia e scienza

Il proibizionismo sulle droghe sta danneggiando la salute pubblica

Il proibizionismo sulle droghe sta danneggiando la salute pubblica

Non si scherza. Secondo un editoriale pubblicato sul British Medical Journal (Bmj) le dure leggi proibizionistiche sulle droghe (non solo sulla cannabis) stanno danneggiando la salute pubblica. E quando anche una delle riviste mediche più antiche e prestigiose del mondo arriva a schierarsi sostenendo la necessità di un cambiamento diretto verso la depenalizzazionee la regolamentazione di vendita e consumo per uso sia medicosia ricreativo di sostanze, i decisori politici dovrebbero proprio ascoltare. Non si tratta di una semplice presa di posizione ideologica, nel numero del Bmj dedicato all’analisi delle leggi sulle droghe si trovano dati ed esempi concreti che l’editore capo Fiona Godlee, nella sua prefazione all’editoriale principale di Jason Reed e Paul Whitehouse, definisce “indiscutibili”. Fatti che non lascerebbero “nessuna giustificazione razionale perché si continuino a criminalizzare le droghe”. Nonostante le pesanti restrizioni e le sanzioni previste finora dalle leggi britanniche per lo spaccio, la detenzione e il consumo di sostanze, la Scozia è il Paese con il tasso […]

Pubblicato da   |   articoli, filosofia e scienza 16 Maggio 2018   |  

storia

Le foibe e la verità di Stato

Le foibe e la verità di Stato

Ho voluto attendere che il 10 febbraio fosse alle nostre spalle, prima di scriverne. Sapevo ovviamente che la “questione foibe” sarebbe ritornata puntualmente, come ogni anno, all’onore (o meglio al disonore) delle cronache. Sapevo che come per il Venezuela, come per il Tav (solo per fare due esempi), si sarebbe verificato il bombardamento mediatico-politico, e le tifoserie si sarebbero eccitate, scendendo in campo, ma a differenza di questi due esempi, in cui comunque i due campi hanno la possibilità di esprimersi, sia pure con uno dei due svantaggiato dalla schiacciante forza del mainstream, per “le foibe” la sproporzione è immensa: si tratta di un’autentica “guerra ineguale”. La narrazione delle foibe, mendace e infondata, anticomunista “a prescindere”, è divenuta, in quest’anno di grazia 2019, verità di Stato, con tanto di sanzioni per coloro che […]

Pubblicato da   |   articoli, storia 14 Febbraio 2019   |  

come è andata?

Carnevalone liberato

Carnevalone liberato

  Brucia nel rogo il mammoccio dell’offesa, Brucia davanti alle scale della chiesa; Alte le fiamme che in piazza divampano, Battono i piedi coloro che danzano; Scorrono fiumi di vino sconsacrato, Sorgenti del carnevale liberato; Lungo le strade si fan grandi parate Di demoni e fate, di persone mascherate! I tamburi battono note tribali Perfette per tali occasioni triviali. Maschere d’ogni specie e d’ogni sorta Alla follia apron liete la porta. Il vescovo viene ridicolizzato Dalla gente del Poggio autoproclamato. Cose da pazzi per il parrocchiano: questo è un vero rituale pagano! Crede ai dannati bruciati e a Belzebù Chi non s’accorge che l’Inferno è quaggiù. Ilaria Alleva

Pubblicato da   |   articoli, come è andata? 13 Marzo 2019   |  

Nel nostro blog

Se questo è un assessore

2 Aprile 2019

Se questo è un assessore

Marco C. Cecconi, assessore ai Servizi Sociali e Solidarietà del comune di Terni, risponde così ad un ragazzo che lo invitava a rivedere i suoi concetti di “famiglia naturale” (vedi foto dello screenshot): —— “Da millenni gli uomini e le donne hanno scelto e per altri milioni di anni sceglieranno se vorranno continuare ad esistere. E [senza accento ndr] semplice come è semplice il fatto che lei esiste. Silenzio! [faccina che invita a stare muti]…parla la natura. A meno che suo padre e sua madre non l’abbiano commissionata a qualcuno andando a ritirare il “pacco” come ha fatto l’ottimo Niki… (non Lauda… il pilota) [faccine che si sganasciano dalle risate]” —— Andrea Pastore (che ci ha permesso di lasciare il suo nome in chiaro) aveva solo provato a far ragionare l’assessore sul […]

Andrea? Scanzate.

16 Marzo 2019

Andrea? Scanzate.

Andrea Scanzi. Uno dei guru mediatici dei grillini. Uno di quelli che sapeva tutto. Quanto era cattivo Belrusconi, quanto era compromesso Renzi, quanto era falso quello e quanto era inattendibile quell’altro. Uno di quelli che insieme a Travaglio avrebbe sostituito il giusto processo con la ghigliottina,  non quando arrivava l’avviso di garanzia al politico di turno,  ma quando usciva la prima insinuazione di disonestà su un blog più bufalaro di Tommaso ‘o Pallonaro (cit. Felice Caccamo/Mai dire gol). Poi capita che ti ritrovi al governo con Salvini, “il miglior politico d’Italia” come Marco “o pallonaro” Travaglio ha scritto il giorno dopo la formazione del governo giallo verde, ed eccolo la: gli “eroici furori” si spengono. “Contrordine cretini… ehm… grullini… ehm… grillini… ehm ragazzi! Non s’ha da manifestare più, né oggi né mai. […]

Gli “eredi di Ciaurro” dialogano con tutti… tutti chi?

25 Febbraio 2019

Gli

“Egregio Sindaco / Assessore del Comune di Terni, lei pensa di potersi definire antirazzista e antifascista così come dovrebbe essere richiesto ad ogni rappresentante istituzionale della Repubblica Italiana in base alla Costituzione di questo paese (Articolo 3 e Norma Finale XII)? Leggo e rileggo questa domanda che per due volte ho già posto al Sindaco Leonardo Latini e alla sua giunta di governo (inviandola alle loro email istituzionali) e non riesco sinceramente a capire perché nessuno dei dieci amministratori risponda. In un senso o nell’altro ovviamente, o semplicemente dicendo che non sono questioni che lo riguardano. Quando un politico non risponde ad una domanda politica fa la scelta peggiore fra quelle a sua disposizione. Perché autorizza l’interlocutore (e chi legge la domanda) a fare ogni tipo di ipotesi. Forse i nostri prodi […]