in evidenza  

CINEFORUM

E’  con grande piacere che possiamo annunciare il programma del Cineforum organizzato in collaborazione con gli amici di Indisciplinarte e del circolo Lettori ad Alta Voce.

Le tematiche che si toccheranno saranno quelle dell’eutanasia, dell’omosessualità e della satira politica.

Ecco la locandina, come al solito l’ingresso è totalmente gratuito, speriamo che gradirete!

cineforum 2014

In questo numero:
  • UN POCO DI CHIAREZZA PER INIZIARE
    di Alessandro Chiometti
  • ASPETTI MEDICO-LEGALI DELLA MORTE ASSISTITA
    di Maurizio Magnani
  • DALLE ANDE AGLI APPENNINI
    di Eraldo Giulianelli
  • UNA PRATICA POSSIBILE
    di Dagoberto Frattaroli
  • CONTINUARE A VIVERE (MALE) O MORIRE?
    di Juan Antequera Dusatti
  • EUTANASIA O EUTANAZIA
    di Marcello Ricci
    attualità  

    Dopo l’Agenda Monti, arriva quella Cei

    «Basta slogan. Renzi ridisegni l’agenda politica». Non lo dice l’opposizione né qualche illustre politologo, bensì la Conferenza episcopale italiana. Secondo il segretario generale Nunzio Galatino, il governo dovrebbe prima di tutto affrontare i temi legati al lavoro e dà precise indicazioni in merito. Ma la strigliata non risparmia neanche i sindacati, secondo la Cei «troppo conservativi». » » » »

    recensioni  

    Necropolis – la città dei morti

    [voto 6.5/10]

    [attenzione: spoiler inside]

    Non sappiamo se Lara Croft durante le sue molteplici avventure in videogiochi e film abbia mai avuto a che fare con l’oltretomba, ad ogni modo il riassunto brutale di questo film potrebbe essere proprio “Tomb raider all’inferno”. » » » »

    riflessioni  

    La famiglia che non c’è (più)

    Famiglia, dal punto di vista grammaticale, è un sostantivo astratto, ossia un termine che indica un concetto. Al pari di felicità oragionamento, ognuno può declinarlo secondo la sua cultura o la sua personale percezione. Possono “sentirsi” famiglia delle persone che si amano, delle sorelle, un nonno e i nipoti o degli amici di vecchia data, solo per fare alcuni esempi. » » » »

    filosofia e scienza  

    Le categorie servono?

    Quello che segue è uno scambio di opinioni, sotto forma di lettere aperte,  fra Alessandro Chiometti e Michele Bellone, relatore dell’ultimo Darwin Day di Terni.

    Caro Michele, ho letto e riletto spesso il tuo articolo che abbiamo pubblicato anche noi di Civiltà Laica “Questioni di tifo” ed anche la tua ultima critica a Corrado Augias (che posso solo presumere che sia giusta dato che non ho guardato il programma in oggetto). » » » »

    storia  

    Gli immemori

    Le tre religioni monoteiste ci ripropongono, ancora oggi, la mostruosa contraddizione interna che le contraddistingue: “ Tu non ucciderai” grida la Bibbia ebraica sulla pietra incisa da Dio con il suo dito ( Esodo XXXI, 18), subito seguita dal Salvatore cristiano che invita ad amare e perdonare il proprio nemico e , a ruota, dal profeta islamico che in ben 3 ( tre) versetti del Corano esorta alla tolleranza ed al rispetto verso il diversamente credente. » » » »

    come è andata?  

    La seconda Sindone e il paranormale religioso

    I quattro video qui di seguito rappresentano l’estratto della conferenza tenuta dal Prof. Luigi Garlaschelli il 12 Febbraio 2011 a Palazzo Primavera di Terni.
    Le riproponiamo in occasione della nuova annunciazione di un’ennesima ostensione della Sacra Sindone di Torino per il 2015, ad appena due anni dall’ultima, segno evidente che il cattolicesimo continua ad infantilizzarsi sempre di più.

    » » » »

    Nel blog di Civilta Laica...

    Ipse dixit

    [sul perché in conviventi e i sposati con rito civile non possono fare da madrina e padrino e nemmeno prendere la comunione]

    don-tarcisio-vicario-199x300Pertanto chi si pone al di fuori del sacramento contraendo il matrimonio civile, vive in una infedeltà continuativa.
    Non si tratta di un peccato occasionale (per esempio un omicidio) [...].
    Ora se voglio accostarmi alla Comunione in stato di grazia (senza peccato mortale) non posso mantenere un legame con il peccato.

    Don Tarcisio Vicario, parroco di Cameri (NO)

    Copa do mundo 2014

    urlo-di-tardelliCi hanno provato in tanti a spiegare la passione che lega una parte della popolazione mondiale al fenomeno del calcio. Se non ci sono riusciti Hornby, Montalban, Benni e tanti altri a fare capire le ragioni di noi calciofili a chi continua a restare indifferente alla questione e la liquida con un superficiale “panem e circenses” ritirandosi a Capalbio (famoso fortino di intellettuali anticalcistici durante il delirio di Italia’90), non ci riuscirò certo io con questo breve pezzo da blog.
    Infatti non è mia intenzione, si fa per parlare fra amici e stimolare magari la discussione.
    Per come la vedo io, per quanto detesto parlare di categorie ma in certi casi è necessario, quando si parla di persone a cui non piace il calcio si deve distinguere fra due categorie. Quelli che detestano lo sport in generale e quelli che apprezzano lo sport ma non seguono il calcio. » » » »

    Ipse dixit

    015bisQuella del matrimonio omosessuale è una legge inventata dagli uomini. A questo punto si potrebbe parlare anche del matrimonio tra una neonata di tre giorni e un uomo di settanta anni o di quello tra un uomo e un cane

    Jesus Català Ibanez – Vescovo di Malaga
    (fonte “il manifesto” 17/5/2014)

    Il sito di Civiltà Laica è stato creato da Katapulta Design Katapulta Design

    Copyright 2010-2012 - Civiltà Laica - I documenti presenti sono pubblicati sotto una Licenza Creative CommonsCreative Commons Selezionata
    Le immagini pubblicate su Civiltà Laica sono reperite in rete e ritenute di libera circolazione in quanto prive di dicitura indicante l'autore o la riproduzione riservata.
    Tuttavia, qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore basta segnalarlo a info AT civiltalaica.it e verranno immediatamente rimosse.
    C.F. 91044120557
    Questo sito/blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato in base a tempistiche casuali ed imprevedibili. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001.