Otto per mille: ora anche Basta!

Pubblicato da

Otto per mille: ora anche Basta!

 

13 febbraio 2017   |   articoli, in evidenza

Da leggere

Attualità

E tu che complottista sei?

E tu che complottista sei?

LIVELLO UNO: il complotto inevitabile “Dio mi ha dato un cervello se non lo usassi gli mancherei di rispetto” fa dire Caparezza a Giordano Bruno. Insomma, non vuoi essere cattivo, ma se anche chi ha fabbricato nel 1940 il fucile carcano con cui Oswald avrebbe ucciso JFK dice che no, tre colpi in sei secondi è impossibile spararli con quell’arma (per inciso la Fabbrica d’armi di Terni) ; evidentemente non sei tu ad essere paranoico. Semplicemente ti rifiuti di credere all’impossibile o alle troppe coincidenze. Come il fatto che sia un caso che le BR a Roma avevano tutti i covi nelle proprietà della banda della magliana e che sia un caso che la  stessa banda aveva accesso alla macchina da scrivere dei comunicati delle BR. “Complottista è chi complotto fa” direbbe […]

Pubblicato da   |   articoli, attualità 6 febbraio 2017   |  

Recensioni

About: Split

About: Split

[voto 7,9/10] – [attenzione spoiler] Ci abbiamo sempre sperato, l’autore di capolavori come “Il sesto senso”, “The Village” e “Unbreakable” non poteva aver per sempre perso il suo tocco magico. Certo, la sua crisi è stata pesantissima, dopo “Lady in the water” e “L’ultimo dominatore dell’aria” che già erano polpettoni inguardabili abbiamo veramente temuto di averlo perso per sempre dopo il terribile “After Earth” che molti giudicano il peggior film di sempre. Ben 14 “Razzie Awards” (gli anti-oscar, ovvero i “premi” per i peggiori film della stagione) nella sua bacheca dal 2006 al 2013 che rischiavano di oscurare per sempre l’oscar per “Il sesto senso”. Poi il timido risveglio dello scorso anno con “The visit”, di certo non memorabile, ma che per lo meno (al di là di terribili leggerezze nella trama) […]

Pubblicato da   |   articoli, recensioni 13 febbraio 2017   |  

Riflessioni

La grande vittoria di quelli che #iostoconibambini

La grande vittoria di quelli che #iostoconibambini

Lasciamo perdere per una volta le facile battute del tipo che anche Don Cantini usava lo stesso slogan. Lasciamo perdere che tutti noi laici sappiamo che dei bambini a questi tizi non glie n’è mai fregato niente se non come scusa per imporre i propri dogmi medievali. E lo diciamo a ragion veduta, perché a coloro che interessano i bambini si preoccupano di fargli avere informazioni corrette sulla loro sessualità e non fesserie che gli causeranno traumi nella pubertà. Coloro a cui stanno a cuore veramente i bambini si preoccuperebbero di far emanare severe leggi antibullismo invece di boicottarle. Oppure, ancora più semplicemente, se ti interessa qualcosa dei bambini fai sentire la tua protesta quando viene distrutta la scuola pubblica non quando tolgono il crocifisso o vogliono inserire l’educazione sessuale. Veniamo al […]

Pubblicato da   |   articoli, riflessioni 28 gennaio 2017   |  

filosofia e scienza

Cinque errori che facciamo sull’evoluzione

Cinque errori che facciamo sull'evoluzione

Il 12 febbraio è l’anniversario della nascita di Charles Darwin e, come ogni anno, la ricorrenza è l’occasione per riaffermare pubblicamente l’attualità degli studi e dell’insegnamento dell’evoluzione attraverso gli eventi Darwin Day. I Darwin Day italiani sono segnalati dal portale dell’evoluzione Pikaia, mentre il sito dell’International Darwin Day Foundation mostra gli eventi in tutto il mondo. Per gli obiettivi che si pone la celebrazione, questo Darwin Day è forse il più significativo degli ultimi anni: dopo l’elezione di Trump negli Usa si sono intensificati i tentativi di indebolire l’insegnamento dell’evoluzione, mentre anche in Europa, a lungo considerata relativamente immune a questo tipo di antiscienza, il creazionismo continua ad avanzare. Eppure, se molto spesso fraintendiamo alcuni aspetti dell’evoluzione non è necessariamente colpa della propaganda creazionista (che di questi tempi qualcuno forse chiamare post-verità). Buona parte degli errori che […]

Pubblicato da   |   articoli, filosofia e scienza 13 febbraio 2017   |  

storia

La coerenza non fa parte della politica, la disonestà intellettuale sì

La coerenza non fa parte della politica, la disonestà intellettuale sì

Qualcuno tra i più giovani non ha vissuto gli anni ‘80 in cui siamo cresciuti noi che abbiamo raggiunto il mezzo secolo di vita. A quell’epoca dominava l’asse Reagan-Thatcher nato da due “questioni parallele” caratteristiche del periodo: una politica (combattere il comunismo) e l’altra economica (combattere la stagflazione). Tale asse, oltre che politico-economico, non faticò a diventare “ideologico” fino a condizionare la politica dei decenni successivi in molte nazioni occidentali: a fine anni ‘80 essere filo-atlantici significava essere dinamici, liberisti (spesso confondendo tale termine con liberali), moderni, anti-comunisti, ambiziosi e aggressivi (come la Enron), e dato che “ogni Mordor ha la sua Isengard” in ogni paese non sono mancati tentativi di estremizzazione locale di tali tendenze. In Italia per esempio dal craxismo degli anni ‘80 si è passati al dopo-tangentopoli degli anni […]

Pubblicato da   |   articoli, storia 30 gennaio 2017   |  

come è andata?

Terni Horror Fest, appuntamento al 2017

Terni Horror Fest, appuntamento al 2017

Come ideatori del festival e come curatori dell’aspetto “artistico” siamo soddisfatti della riuscita del festival e ringraziamo Dalia Edizioni e i ragazzi del CAOS – Centro arti opificio siri per aver vissuto questo secondo anno di avventure insieme. Un immenso grazie anche a tutti gli ospiti: a Gabriele Orsini, Alessandro Panbianco, e Cristiano Gazzarrini giovani registi che hanno proiettato e presentato i loro cortometraggi. Ai Lettori ad Alta Voce di Terni che per l’occasione sono diventati “quasi” attori teatrali per l’interpretazione dei racconti, ovvero:  Maurizio Sborgia, Loredana Strinati, Sophia Loesch Onofri, Federico Piccirillo, Giovanni Tasca, Adelaide Nascetti e Roberta Argenti. Ad Annalisa Basili che ha presentato il suo romanzo “Le ombre di Narnja”. Agli ospiti d’onore Fabrizio Accatino per l’incontro su Dylan Dog e a Tullio Dobner a cui aggiungiamo al grazie i […]

Pubblicato da   |   articoli, come è andata? 6 novembre 2016   |  

Nel nostro blog

Io obietto, tu obietti, egli obietta!

2 febbraio 2017

Io obietto, tu obietti, egli obietta!

Ci svegliamo una mattina di primavera. Vediamo che è una bella giornata e ci prendiamo un giorno di ferie per fare due passi in città con la nostra famiglia. Arriviamo all’edicola e sorridenti chiediamo: “Buongiorno, mi da il Corriere della Sera per favore?” “No, niente Corriere” “Che è successo? non è arrivato? C’è sciopero?” “No, no! è arrivato, ma io sono comunista quindi posso darvi solo il manifesto, lotta comunista e Potere Operaio” “Ma perché scusi?” “Come perché? Esercito il mio diritto all’obiezione di coscienza, così come stabilito dalla nuova legge Binetti-Lupi-PapaFrancesco” “Ma non potrebbe fare un altro lavoro scusi?” “Cos’è mi vuole discriminare?” La giornata comincia un poco a guastarsi ma non ci facciamo prendere dallo sconforto, arriviamo al miglior bar della città e ci apprestiamo a fare colazione. “Buongiorno, tre […]

ANSIA news 31.1.17

30 gennaio 2017

ANSIA news 31.1.17

Comunisti che elogiano Trump e fascisti che amano la Russia di Putin, finalmente la parola nazicomunismo acquista un senso anche fuori dall’universo dei Simpsons. D’Alema (forse) esce dal Pd e (forse) vuole rifare un centrosinistra. Insultate duramente il primo imbecille che (forse) gli ridà credito. Grazie! Renzi: per evitare il caos ci serve il 40%. Ah, non avevamo capito che l’indirizzo del suo nuovo blog era graziealcazzo.com Da non perdere oggi l’inserto speciale dell’Espresso “come sarà il mondo Trump”, ci sono ben venticinque pagine bianche. Il cardinale, arcivescovo di Perugia, Bassetti tuona contro le bufale on line. Ci dispiace arcivescovo ma la notizia del suo collega di Spoleto  Boccardo che prega contro il terremoto è vera. Editoria: il libro 1984 di George Orwell ha vinto il premio per “l’opera più ottimista del […]

Ansia news 27.1.17

27 gennaio 2017

Ansia news 27.1.17

La consulta costituzionale, dopo averci pensato due anni buoni, toglie l’unica cosa sensata dell’Italicum, ovvero il ballottaggio, e lascia una porcata come le pluricandidature e il premio di maggioranza per chi va sopra il 40%. E questi sono quelli che dovrebbero difendere le istituzioni, pensate se erano quelli stronzi! 29 morti 11 sopravvissuti, questo l’esito finale dei soccorsi a Rigopiano. Ma l’importante è che l’utonto italiota mediocre abbia la possibilità di insultare una delle ragazze sopravvissute, rea di aver detto “grazie a tutti ce l’ho fatta” sul suo account e quindi di aver mancato di rispetto agli altri. Lo mettiamo o no questo patentino per il web? Risolto l’equivoco fra Papa Francesco e la chiesa di Malta, è lo stesso pontefice a chiarire le cose: “Festing? avevo capito fisting, che qui dopo […]