di Alessandro Litta Modignani su l'Opinione Renato Mannheimer ha finalmente presentato il suo sondaggio giovedì scorso a Porta a Porta, quando la mezzanotte era passata da un pezzo. Vespa ha tentato di liquidare sbrigativamente la questione, pilotando con la consueta abilità la discussione altrove. Questi stessi dati sono stati pubblicati ieri dal Corriere della Sera: due mezze colonne di taglio basso, a pagina 23, sotto un titolo ambiguo ("Testamento biologico? Uno su due non sa cos'è"). La notizia invece era un'altra, e meritava un titolo in prima pagina: la maggioranza degli italiani è favorevole all'eutanasia. Secondo il sondaggio di Mannheimer, infatti, è "opportuno" introdurre l'eutanasia nel nostro ordinamento per il 65% dei cittadini. Questa percentuale scende al 59% per il testamento biologico, ma solo perché molti non sanno cos'è, spiega il guru […]

articoli   |   Tags:

Dal sito Varese News Alla Parrocchia di San Vittore, Varese Al Responsabile della Parrocchia Gentile sacerdote, venuto a conoscenza dell'iniziativa promossa dalla UAAR (Unione degli atei e degli agnostici razionalisti) per lo scorso 25 ottobre, volta a far annotare sui registri dei battezzati la dichiarazione di non appartenenza alla chiesa cattolica e di nullità degli effetti statistici e giuridici del battesimo da parte di quanti non si riconoscano in un atto loro imposto dai genitori, pienamente e felicemente consapevole delle conseguenze di diritto canonico derivanti dal peccato di apostasia, con ferma, cosciente e risoluta volontà, tutelata da numerose sentenze e provvedimenti del Garante per la Privacy a partire dal 13.9.1999, io sottoscritto Valerio Arturo Crugnola chiedo alla parrocchia in oggetto, dove fui sottoposto al rito del battesimo nell'ottobre 1947, che presso l'atto […]

articoli   |   Tags:

UN DECALOGO LAICO

Pubblicato da

Dal sito italialaica.it: Per una delle ironie della storia, il motto risorgimentale «Libera Chiesa in Libero Stato» viene considerato nell'Italia repubblicana un'espressione di anticlericalismo, invece che un'asserzione di laicismo. Naturalmente, quasi tutti i nostri politici concordano sul fatto che la Chiesa e il Vaticano debbano avere la massima libertà di parola e di azione, e che lo Stato non debba interferire né con l'una, né con l'altra. Ma quasi nessuno pensa, o almeno dice, che le stesse libertà le debba avere anche lo Stato, senza esser costretto a subire la pressione ufficiale e ufficiosa delle gerarchie ecclesiastiche, a legiferare in ossequio alle loro credenze, e a pagare di tasca propria per la propaganda e gli affari altrui.

articoli   |   Tags:

Post "Cara Gelmini, che cosa mi dai se ti dico come risparmiare un miliardo di euro?"di Nico Valerio, sul blog Salon Voltaire: Che cosa mi dà se le suggerisco un modo rapido e indolore per risparmiare ben un miliardo di euro sulla scuola pubblica senza minimamente scalfirne l'efficienza? Anzi, liberando qualche ora di insegnamento che potrebbe benissimo essere utilizzata, che so, per l'inglese, l'educazione civica, la musica, l'informatica, l'educazione ambientale e il risparmio energetico?…La religione cattolica, voglio dire. Tanto assurdo ne è l'insegnamento nelle scuole statali, che se io fossi un cattolico praticante, un credente puro e integralista, protesterei vivamente per l'umiliazione, la volgarità e banalità di "insegnare" con la forza e l'avallo dello Stato, che è sempre stato il contraltare della Chiesa, una credenza strettamente legata alla personale e delicatissima psiche […]

articoli   |   Tags:

Papa sex

Pubblicato da

Pino Corrias sul blog "Voglio scendere" (8/10/2008) Papa Ratzinger ha 80 anni compiuti. Non c'è da stupirsi se non trascorre giorno – ora che purtroppo ha alle spalle l'intera vita trascorsa presumibilmente illibata – senza che in nome e per conto di Dio si occupi di sesso. Il sesso degli uomini che lo inquieta. Il sesso delle donne che ha solo immaginato. Il sesso dei riti coniugali che non conosce. La purezza opposta al sesso. La procreazione opposta al piacere. Lo spavento per l'omosessualità, la masturbazione, la pornografia. Una vera ossessione.

articoli   |   Tags:

Dal blog di Andrea Armati, autore di "Lo stregone di Assisi": Comunque la vogliamo vedere, il 4 ottobre è una data importante nella nostra storia. Ad Assisi, quella notte del 1226, non moriva solo un uomo discusso e discutibile -era un politico? un imbonitore? un mago? E infatti, contrariamente alle mode e a certi stucchevoli ritornelli parrocchiali, non è la morte di Francesco che nel piccolo borgo umbro ogni anno puntualmente si festeggia. Del resto, la Chiesa non aspettava altro che morisse -troppo radicale la sua vita, troppo ampio il suo consenso-, e se Francesco fosse ancora in vita oggi, certo c'è da scommettere che non gioirebbe affatto per quelle stimmate, che papa Gregorio IX aveva tentato con ogni mezzo di occultare. Per proseguire la lettura

articoli   |   Tags:

Da Notizie Radicali del 2/10/2008 «Laicità positiva»: per chi? Ma quello che il papa ha detto in Francia a proposito di distinzione tra Stato e Chiesa sembra non valere per l'Italia attraversata da ondate di neoclericalismo di Jean-Jacques Peyronel «La laicità non è in contrasto con la fede», ha detto il papa nell'aereo che lo portava a Parigi. Bene, finalmente un papa che riconosce il valore per tutti i francesi della legge del 1905, esecrata da tutti i suoi predecessori a partire da Pio X.

articoli   |   Tags:

* Francesco Pullia su Notizie Radicali Il venti settembre non è una data qualsiasi e non può essere considerata una semplice ricorrenza. Segna, invece, un momento storico la cui portata travalica connotati nazionali e confinati ad una specifica contingenza per affermarsi come punto cruciale e di svolta non tanto, come ben si sa, nei rapporti tra Stato italiano e Chiesa cattolica quanto, invece, tra religiosità e religione.

articoli   |   Tags: