Scienza ed Etica

Pubblicato da

"Falso che non esista una 'dimensione etica' nella e della scienza". Una risposta a Benedetto XVI Un documento dei professori Gilberto Corbellini, Giulio Cossu, Piergiorgio Strata e altri 44 professori universitari Relativamente alle affermazioni di Benedetto XVI sulla scienza del 16 ottobre 2008 (riportate in fondo a questo comunicato), i professori Gilberto Corbellini, Piergiorgio Strata e Giulio Cossu anche come dirigenti dell'Associazione Luca Coscioni hanno rilasciato la seguente dichiarazione sottoscritta, in poche ore, da altri 44 professori: "E' falso che non esista una "dimensione etica" nella e della scienza. Come diceva Jacques Monod, esiste un'etica della conoscenza scientifica che, da Galileo in poi, coincide con il rispetto del postulato dell'oggettività. Gli scienziati comunicano sulla base di questa norma,  a differenza del Vaticano che basa una serie di questioni cosiddette "eticamente rilevanti" su […]

articoli   |   Tags:

Proposta dal blog

Pubblicato da

A Roberto Saviano il Nobel per la pace

articoli   |   Tags:

Numero speciale dell'Agenda Coscioni Interventi: * I testimoni radicali della verità di coscienza* La parola ai cattolici* Anche il buon senso dei fedeli è "Chiesa"* Cosa vuol dire credere?* Valori laici e telenovelas clericali* L'anticlericalismo "religioso" dei radicali* La creazione della "cristianofobia"* L'ordine morale e la Chiesa d'Ordine* L'umanesimo Cristiano* La libera ricerca è un obbligo morale* Laicità e individualità* Magistero e purificazione* Questo è il mio corpo* Il diritto alla libertà dalle religioni* L'autolimitazione del fatto religioso * Se Dio è morto tutto è permesso? * Religiosità laica in Italia* La nonviolenza come apertura religiosa* Io, malato di Sla, con la forza negli occhi

articoli   |   Tags:

Pezzo sul blog: L'isteria e l'ipocrisia dei catto-talebani Il testamento biologico di Paolo Ravasin (video e testo)

articoli   |   Tags:

Si sarebbe tentati di dare ragione al ministro Gelmini quando parla di personale in esubero nella scuola statale. Eccome se c'è, basta pensare alle migliaia di insegnanti di religione cattolica immessi in ruolo dalla riforma Moratti nel silenzio di tutte le parti sindacali, comprese quelle che , come la Cgil, hanno pensato di assolvere al proprio compito di difesa della laicità della scuola con qualche comunicato stampa in cui esprimevano il loro disaccordo e quelle che, come la Gilda, capito da che parte tirava il vento, hanno immediatamente pensato di federarsi con un sindacato autonomo che rappresentasse la nuova categoria. Ripercorriamo le principali tappe di questa infelice vicenda:

articoli   |   Tags:

dal sito del GayPride di Roma Testardamente.Parità, Laicità, Dignità. Lesbiche, gay, bisessuali, transessuali ed eterosessuali di nuovo testardamente sfilano a Roma per il Pride, sfilano come ogni estate e ad un anno dall'ultima milionaria manifestazione. Il 7 giugno 2008 si snoderà, testardo e orgoglioso, un affollato corteo, forte di idee e di consapevolezza, libero, orgoglioso, gioioso e rivendicativo, dunque politico nel senso più alto. E come sempre il Pride sarà di tutti quelli che vorranno viverlo con entusiasmo, passione e gioia di vivere, con l'esaltazione dei colori e della piena visibilità di libere scelte di vita. Testardamente si ricorda e si difende lo stile essenziale di ogni Pride nel mondo: musica e creatività da un lato, richieste politiche e opposizione verso ogni oscurantismo dall'altro, il tutto vestito degli abiti che ognuno vuole […]

articoli   |   Tags:

Tiziana Ficacci su nogod.it "C'è una tappa oltre la quale la vita non è più vita, ma un'agonia irreversibile" (dalla lettera di Blanc a Sarkozy) L'associazione francese Admd, Associazione per il diritto di morire nella dignità, conta 44.000 iscritti. Il suo scopo è di aiutare le persone che chiedono l'eutanasia a rendere pubbliche le loro storie private, e ha aiutato a far conoscere ai francesi la triste vicenda della signora Claire Blanc.

articoli   |   Tags:

Promemoria laicista del giorno:Governo Zapatero, più donne che uomini(vedi anche: Imbarazzante il divario con la Spagna…:già: in Italia, col cavolo!) Leggere per credere: Il nuovo governo socialista spagnolo schiera più donne ministro che uomini: 9 a 8. Dopo aver giurato per il secondo mandato davanti a re Juan Carlos, il premier Jose Luis Rodriguez Zapatero ha presentato il suo esecutivo. E per la prima volta nella storia politica della Spagna le donne sono più numerose degli uomini.

articoli   |   Tags: