Fermatevi sciocchi!

Pubblicato da

Fermatevi sciocchi!

In questi ultimi anni abbiamo visti sedicenti esseri umani esultare per bambini che affogavano nel mare e poi mandare appelli per adottare gattini senza casa; abbiamo visto i “pro-vita” essere a favore della pena di morte, abbiamo visto un Ministro del lavoro dire che “Marcinelle insegna che non bisogna emigrare per lavorare”… nonostante tutto questo non riuscivamo ad immaginare che un giornale potesse pubblicare un articolo del genere. Nello studio televisivo di Piazza Pulita dibattevo con la conduttrice della seguitissima trasmissione Alle Falde del Kilimangiaro. La signora si lamentava che il pianeta sta soffocando di CO2, perché quella prodotta dall’umanità negli ultimi 150 anni ne ha aumentato la concentrazione atmosferica di 100 ppm (parti per milione). Le feci notare che 100 ppm dello studio televisivo che ci ospitava erano appunto 100 litri, […]

articoli, filosofia e scienza   |   Tags: , , , ,

In Italia non c’è libertà di informazione, ma và?!

Fino a ieri chi denunciava la mancanza di libertà di informazione in Italia per gli amici di Libero e Il Giornale era un terrorista-comunista-anarco-insurrezionalista, oggi invece con la condanna di Sallusti (reo di aver pubblicato un articolo firmato con uno pseudonimo in cui erano contenute falsità su un giudice e su alcuni protagonisti di una vicenda sfortunata) la stampa destrorsa italica scopre che nel nostro paese non c’è libertà di informazione. Ben svegliati, verrebbe da dire.

articoli, attualità   |   Tags: , , , , ,

Riceviamo e pubblichiamo, fa sempre piacere un barlume di luce nel nostro paese Roma, 16 giugno 2009 • Dichiarazione di Maurizio Turco e Marco Cappato Iniziano a giungere le prime condanne per diffamazione sul caso Welby, che, come il caso Englaro, ha visto scendere in campo una portentosa opera di disinformazione e manipolazione della verità a danno, anzitutto, dei cittadini che vengono ritenuti ‘popolo bue’ al quale dare a credere qualsiasi ciarpame pur di evitare che si formi una coscienza collettiva, basata sulla conoscenza, su temi quali il fine vita. E così l’opera volta a ristabilire la verità ed a restituire l’onore e la reputazione ai diffamati deve giungere attraverso i Tribunali Italiani. E’ recente, difatti, la condanna per il reato di diffamazione inflitta in sede penale, in primo grado, dal Tribunale […]

blog   |   Tags: , , , , , ,