Il Governo ha presentato ricorso sulla sentenza della Corte europea che invita lo Stato italiano ad astenersi dall’esporre simboli religiosi nelle aule scolastiche. Tra le motivazioni del ricorso, il fatto che “La presenza del crocifisso in classe rimanda ad un messaggio morale che trascende i valori laici e non lede la libertà di aderire o non aderire ad alcuna religione”. Intanto, nove senatori Pdl hanno stilato una proposta di legge che prevede l’arresto fino a sei mesi e una sanzione da 500 a mille euro per chi rimuove il crocifisso o si rifiuta di esporlo negli uffici pubblici, nelle scuole e università, nelle aule di Comuni, Province, Regioni e circoscrizioni, nelle comunità montane, nei seggi elettorali, nei carceri, nei tribunali, negli ospedali, in stazioni, porti, aeroporti, sedi diplomatiche e uffici italiani all’estero. […]

blog   |   Tags: , , , , , ,