Scrive il Direttore di “ Terni Magazine”, il signor Giancarlo Padula: “Come me la pensano 3 miliardi di cristiani viventi” [1]. 1) Io penso di fare cosa buona e giusta, fornendo i seguenti dati [2]:

blog   |   Tags: , ,

Scrive il Direttore di “ Terni Magazine”, il signor Giancarlo Padula: “Come me la pensano 3 miliardi di cristiani viventi” [1]. 1) Io penso di fare cosa buona e giusta, fornendo i seguenti dati [2]:

blog   |   Tags: , , ,

1) Scrive Federico Bernardini sul sito "Il barbiere della sera": “Agorà è un film velenoso, disonesto, orchestrato ad arte per ingannare lo spettatore e proporgli una visione storica fraudolenta, con lo scopo di seminare avversione nei confronti del Cristianesimo” [1]. Per completare il quadro, io aggiungerei: film mirante alla circonvenzione di incapace, nonché  al plagio, soprattutto nei confronti dei giovani, notoriamente incolti, per un verso, inclini all’entusiasmo, nel senso letterale del termine[2], fors’anche al fanatismo, dall’altro. Così, il pernicioso/nocivo film conseguirebbe, per lo meno, la più che meritata “Palma dell’infamia”. 2) Della suddetta visione storica fraudolenta, suppongo essere un cardine quanto segue: “Amenàbar … vuol farci credere che dopo Costantino, e soprattutto dopo Teodosio, essi (i Cristiani; NdA) si trasformino in persecutori” [3]. Comunque la pensi il Signor Bernardini, Amenàbar, in questo […]

blog   |   Tags: , , , ,

  […] Il dramma di noi occidentali è di non avere più una religione all’altezza delle esigenze del nostro tempo. Non vorrei esagerare, ma già i ragazzi si rendono conto che i concetti del catechismo e delle prediche non hanno molto a che fare con la vita reale e si annoiano. Forse per questo la Chiesa cerca rilevanza inventando grandi eventi e giornate mondiali, beatificando e canonizzando come mai prima d’ora, pubblicando a raffica un documento dopo l’altro. Al riguardo la differenza rispetto al passato è impressionante: quando la Chiesa aveva veramente in mano la società, non aveva bisogno di parlare molto e, infatti, per tutti i lunghi secoli della cosiddetta societas christiana, ufficialmente parlava pochissimo. (Vito Mancuso) […]Per tutti gli anni della mia giovinezza, una delle idee politiche guida che ho […]

blog   |   Tags: , , , , ,

Comunicato Stampa

Pubblicato da

L’associazione culturale Civiltà Laica, riguardo alla vicenda in corso all’Istituto Professionale ‘Casagrande’ di Terni che vede il professore di Italiano Franco Coppoli impegnato a far valere anche in aula, per lo meno nelle sue ore, il principio della Laicità dello Stato, esprime meraviglia per la baraonda mediatica che si è scatenata di fronte a un semplice cittadino che si espone in prima persona per ottenere l’applicazione di un diritto in cui crede. L’associazione ricorda che, in base a sentenze della Corte di Cassazione che riguardano l’argomento, il simbolo della religione cattolica non si può legittimamente rimuovere dagli uffici pubblici; infatti, contro ogni evidenza, anche lessicale (si veda un qualunque dizionario della lingua italiana), esso è stato indicato come "simbolo di laicità". Civiltà Laica ritiene che tale situazione sia irrispettosa del principio costituzionale […]

blog   |   Tags: , , , , , , , , , ,

 Se, alla fine, ho comunque accettato l’invito (di sottoporsi alla lunga intervista di Corrado Augias che costituisce “Inchiesta sul Cristianesimo” ndr), l’ho fatto per una sola fondamentale ragione. Chiunque svolga in università il mestiere di insegnante di storia religiosa credo concordi nel giudizio sulla pressoché totale impreparazione con cui arrivano nelle nostre aule gli studenti. […]nessuno infatti, nell’anteriore formazione di questi studenti, ha loro insegnato, pur soltanto in una delle sue manifestazioni, la storia religiosa. […] Questo accade per una grave e non più tollerabile anomalia del nostro sistema scolastico, in cui – in virtù degli accordi che regolano i rapporti fra Repubblica Italiana e Santa Sede – l’insegnamento della religione, denominato “insegnamento della religione cattolica”, viene dismesso dallo Stato e appaltato alla Chiesa Cattolica Romana in tutte le scuole di ordine […]

blog   |   Tags: , , , , , , ,

Ma i sacerdoti cattolici non sono tenuti a fare voto di povertà, castità e obbedienza? No quelli sono i monaci. I tre voti solenni, che si possono ricavare dal Vangelo di Matteo , si identificano con i tre requisiti che Gesù chiede per seguirlo: povertà, castità e obbedienza, essere come fanciulli. Un normale prete non è però tenuto a questi tre voti. Ha solo l’obbligo del celibato, il che vuol dire che il suo matrimonio non sarebbe legittimo ed è inconciliabile con la sua condizione . Per quanto concerne la sessualità, la norma a cui deve attenersi è quella prescritta per tutti i credenti, riassumibile nella formula sexus semper gravis, i peccati sessuali costituiscono sempre materia di gravità. Scusi la rozzezza, ma vorrei capire bene: un prete cattolico può avere una relazione […]

blog   |   Tags: , , , , , , ,

Cristianesimi

Pubblicato da

E degli altri cristianesimi cosa è stato? La dottrina ufficiale ha operato in modo da cacciarli progressivamente nell’ombra fino a farli dimenticare, quanto meno dalla gran massa dei fedeli che di tante cose non hanno mai inteso parlare. L’opera di rimozione è stata poi completata con un’altrettanto efficace sostituzione. La dottrina ufficiale ha cioè riscritto e divulgato la storia iniziale, come se tutte le diverse interpretazioni non fossero mai esistite, come se le opinioni diventate appunto "ufficiali" fossero state da sempre quelle ereditate direttamente dall’insegnamento del fondatore Gesù. E’ nata così la "teologia", cioè la branca del sapere che studia la divinità e orienta la fede dei credenti. E’ stato un bene o un male che le cose siano andate come sono andate? La domanda, è ovvio, appare quasi priva di senso. […]

blog   |   Tags: , , , , , , ,