Quel che resta dei cattolici

Si può dire che il saggio di Marco Marzano (Ed. Feltrinelli 2012), sociologo dell’università di Bergamo, apre il vaso di Pandora sulla situazione reale del cattolicesimo in Italia e lo fa nel modo meno confutabile, ovvero riportando dati raccolti sul campo e interviste ai diretti interessati.

articoli, recensioni   |   Tags: , , ,

L'ho già detto in altre occasioni… a volte viene da pensare che certe fuoriuscite pubbliche qui a Terni vengono fatte per saggiare il senso dell'umorismo di noi cattivoni di Civiltà Laica. Viene così, sinceramente, da sorridere quando si compra il “Giornale dell'Umbria” del 27 Novembre u.s. con titolone in pompa magna a occupare tutte le colonne cartacee occupabili: “Cresima a 8 anni, la rivoluzione di Paglia”. Il nostro potente nonché vulcanico Vescovo cittadino, consigliere spirituale della comunità di S. Egidio, ha intenzione fin dal prossimo 2011 di cresimare i piccolissimi membri della comunità cattolica ternana che avrebbero dovuto fare solo la Comunione. Il tutto, come si legge dalle righe firmate dal nostro amico Arnaldo Casali, perché è ora di dire “basta con il modello scolastico della catechesi che finisce con i sacramenti, […]

blog   |   Tags: , , , ,

1) L’inizio è tale che, forse, non l’avrebbe scritto neppure un Cardinale: “L’Italia cattolica come «eccezione» nel panorama secolarizzato dell’Europa occidentale e come modello per le altre Chiese del continente è un punto di riferimento capitale degli ultimi due papi. … Uno dei dati che proverebbero la tenuta e la validità del cattolicesimo in Italia è la frequenza alla messa domenicale. Da più di trent’anni tutte le rilevazioni registrano livelli di frequenza alla messa molto alti rispetto ad altri paesi dell’Europa occidentale: circa il 30 per cento della popolazione dice di andarci tutte le domeniche, un altro 20 per cento da una a tre volte al mese e un altro 30 per cento a Natale, a Pasqua e nelle grandi festività. Basti pensare, per un confronto, che in Francia quelli che dicono […]

blog   |   Tags: , , , ,

  Il 1° settembre 1939 scoppia la sciagurata seconda guerra mondiale. Io sarei per commemorare il 70° anniversario, naturalmente come occasione di riflessione sulla Storia, sugli errori del passato, su ciò che tali errori ci insegnano per il presente e per il futuro. Non mi riferisco solo ai soliti temi del nazismo, del razzismo, del fanatismo politico, ma alla umana idiozia, la rinuncia a pensare, il bisogno di credere servilmente, che è l’humus da cui nascono le peggiori degenerazioni morali e sociali. Nel maggio 1939, 4 mesi prima dell’inizio della tragedia, il cavalier Benito Mussolini (questi cavalieri sono un tema tristemente ricorrente nella storia d’Italia!) conduceva serafico i suoi bagni di folla fra il popolino osannante e riconoscente (altro tema piuttosto ricorrente nella storia d’Italia!). I più entusiasti erano i cattolici (ne avevano ben donde) […]

blog   |   Tags: , , , ,

Grazie Papa

Pubblicato da

Da:il manifesto Dobbiamo essere grati a Joseph Ratzinger. Non passa giorno che il pontefice non ci ricordi quanto fu giusta e indispensabile la lotta per la libertà di religione e dalla religione. Intorno al letto di vita morente in cui da 17 anni giace Eluana Englaro, da mesi le istituzioni danzano un macabro balletto al ritmo del Vaticano. Ministri guaiscono e saltellano, cagnolini ammaestrati a bacchetta dal porporato di turno. È insopportabile questo clero che, contro le leggi dello stato, contro la volontà della famiglia, contro le sentenze in più alto grado della magistratura, s’intrufola persino nel sudario, s’impiccia delle scelte più dolorose e silenti, quando l’affetto tra cari si strazia sul filo da tagliare. Se in regime di laicità e di separazione tra stato e chiesa è possibile una tale invadenza, […]

blog   |   Tags: , , , , ,

Continuano le prese di posizione a favore dell’autodeterminazione dell’individuo dentro il mondo cattolico. Un importante articolo de "il foglio" redazione[at]civiltalaica.it

blog   |   Tags: , , , ,

Mi ero illuso che la sentenza della cassazione potesse mettere un freno all’inciviltà degli integralisti religiosi nel nostro paese. Insomma, ritenevo che il parere definitivo del nostro sistema giudiziario, come dovrebbe essere in un paese civile, fosse un punto di riferimento per tutti per stabilire non cosa è giusto ma cosa è consentito dai nostri ordinamenti giuridici. In questo senso le sentenze emesse sono chiare, in Italia è vietata l’eutanasia ma è possibile rifiutare le cure. Semplice e lineare. Il giorno dopo la sentenza definitiva della cassazione la macchina catto-integralista si è attivata immediatamente mostrando che in tutta questa vicenda, nonostante i numerosi atteggiamenti di dubbio gusto già messi in mostra nei sedici anni precedenti, non aveva ancora mostrato il peggio di se. Si è cominciato con il rifiuto della sentenza della […]

blog   |   Tags: , , , , , , , , ,