L’affaire Emanuela Orlandi e il silenzio del Vaticano

Certi casi giudiziari, nel paese dove fioriscono i limoni, si comportano come un fiume carsico: deflagrano saturando per un po’ il sistema mediatico, poi svaniscono dalle prime pagine per riemergere appena più in là qualche tempo dopo. Naturalmente restando irrisolti. Sono perfino arrivati a costituire un genere giornalistico di qualche successo, facendo la fortuna di commentatori che si limitano a rimestare false piste e mezze verità alludendo però, al contempo, a scenari suggestivi.

articoli, attualità   |   Tags: , , ,

Se pensavamo chiusa la stagione del lessico faidaté di berlusconiana memoria, dobbiamo ricrederci. Dopo termini quali contestualizzazione (ricevere il perdono ecclesiastico in cambio di quattrini nelle casse vaticane), perseguitato (indagato dalla Giustizia), utilizzatore finale (cliente di prostitute), tanto per fare qualche esempio, oggi è la volta di biopolitica, un vocabolo in realtà non nuovo che sancisce un aberrante principio.

articoli, attualità   |  

DALLAPOSTASIASSOLTO

Pubblicato da

Non ce ne vorrà dall’alto dei cieli a cui è stato innalzato il caro vecchio Lucio (ai cantanti si dà del tu a prescindere) se storpiamo il titolo di uno dei suoi album più venduti per definire la situazione paradossale che si è venuta a creare dopo la sua morte improvvisa. La Chiesa cattolica ha concesso di celebrare i funerali di Lucio Dalla nei suoi luoghi sacri nonostante fosse notoriamente un omosessuale.

articoli, attualità   |   Tags: , , , , ,

Ha violentato numerose bambine per 20 anni, a Firenze. Denunciato dalle vittime è stato riconosciuto, da chi l’ha indagato, responsabile dei crimini sulla base di prove e testimonianze inoppugnabili. Ma non ha mai messo un piede in tribunale italiano. E mai lo farà, mercoledì scorso è morto. Come è stato possibile? Perché in Italia la brevità dei termini di prescrizione previsti per gli abusi “sessuali” (10 anni) consente a un pedofilo di passare agilmente tra le maglie della giustizia e farla franca.

articoli, attualità   |   Tags: , ,

Il 12 febbraio ricorre il 203° anniversario della nascita di Charles Robert Darwin. Di appena mezzo secolo più giovane è la sua opera più famosa, “L’origine delle specie”, pubblicata nel 1859. Da allora molta acqua è passata sotto i ponti, molte scoperte scientifiche e tecnologiche hanno rivoluzionato il mondo, ma a dispetto di tutto e di tutti la Teoria dell’evoluzione darwiniana ha resistito ad ogni tentativo di confutazione e rimane la migliore spiegazione scientifica della nostra presenza sul pianeta che chiamiamo Terra.

articoli, attualità   |   Tags: , , , ,

Ci risiamo: gli strali di Avvenire si abbattono collerici – come il dio che la redazione crede evidentemente di rappresentare – su ogni timido accenno, da parte dell’inginocchiatissima classe politica italiana, ad aperture in senso laico e progressista.

articoli, attualità   |   Tags: , , ,

Nel comune di Don Matteo scompaiono i diritti civili

Che gli eugubini fossero tutti matti è cosa nota e arcinota. Che fossero anche clericalisti giunge nuova. Gubbio, comune della provincia di Perugia – Umbria, 33mila abitanti circa, nota industrialmente per i colossali cementifici, nota culturalmente per la famigerata “corsa dei ceri”, nota al popolo televisivo per essere il paesino della celebre serie di Don Matteo.

articoli, attualità   |   Tags: , , , ,

Il suicidio assistito di Lucio Magri dello scorso novembre ha suscitato i più disparati commenti. Tra chi ha condannato e chi ha semplicemente scelto il silenzio, unica espressione di rispetto per l’altrui libertà, non sono mancati quelli che si sono permessi di sindacare sulle modalità del gesto, declassando il suo suicidio alla serie B solo perché  non avrebbe avuto il “coraggio” di buttarsi dal quinto piano,

articoli, attualità   |   Tags: , ,