1) Per gli appassionati delle vicende dell’Opus Dei (d’ora in avanti: OD), questo libro non si segnala per lo svelamento di affascinanti novità, bensì per la molto utile sintesi della storia dell’organizzazione e delle sue caratteristiche. Il testo, infatti, come indica il sottotitolo, illustra le origini “divine”, i fanatismi, la segretezza, l’accumulazione di ingenti ricchezze, i sospetti, i documenti riservati, l’uso del cilicio e della frusta e, complessivamente, il potere dell’ ”Obra”, come la chiamano gli Spagnoli, nella Chiesa e fuori. 2) Le “divine” origini dell’OD sono “testimoniate” dal fondatore: Josemarìa Julìan Mariano Escrivà de Balaguer y Albàs(d’ora in avanti:JJMEdByA). Egli nacque il 9 Gennaio 1902 a Barbastro, in Aragona; fu ordinato sacerdote il 28 Marzo 1925, a Saragozza; il 2 Ottobre 1928, a Madrid, ebbe la rivelazione che Dio voleva l’istituzione […]

blog   |   Tags: , ,

FEDE 2 RAGIONE 0

Pubblicato da

PARTITA DI… RITORNO IN CARCERE DI CAMPANELLA 1) Tommaso Campanella nacque a Stilo, in provincia di Reggio Calabria, nel 1568, in una famiglia poverissima; a quindici anni entrò nell’Ordine domenicano, che, nel 1588, lo mandò a completare gli studi a Cosenza, ove conobbe il pensiero di Telesio (1509-1588), che aveva elaborato una teoria della conoscenza ed un’etica fondate su principi naturali. Divenne, così, sospetto ai suoi superiori e fu costretto a scappare a Napoli, ove studiò magia naturale ed occultismo con Giambattista Della Porta (1535-1615). Nel 1591, fu sottoposto al primo dei processi, questa volta per eresia e pratiche magiche, che scandirono la sua molto avventurosa esistenza. Uscito dal carcere dopo alcuni mesi, contravvenne all’ordine impartitogli di tornare immediatamente nei conventi  della sua provincia e fuggì prima a Roma, poi a Firenze […]

blog   |   Tags: ,

PARTITA DI… RITORNO IN CARCERE DI CAMPANELLA 1) Tommaso Campanella nacque a Stilo, in provincia di Reggio Calabria, nel 1568, in una famiglia poverissima; a quindici anni entrò nell’Ordine domenicano, che, nel 1588, lo mandò a completare gli studi a Cosenza, ove conobbe il pensiero di Telesio (1509-1588), che aveva elaborato una teoria della conoscenza ed un’etica fondate su principi naturali. Divenne, così, sospetto ai suoi superiori e fu costretto a scappare a Napoli, ove studiò magia naturale ed occultismo con Giambattista Della Porta (1535-1615). Nel 1591, fu sottoposto al primo dei processi, questa volta per eresia e pratiche magiche, che scandirono la sua molto avventurosa esistenza. Uscito dal carcere dopo alcuni mesi, contravvenne all’ordine impartitogli di tornare immediatamente nei conventi  della sua provincia e fuggì prima a Roma, poi a Firenze […]

blog   |   Tags: ,

FEDE 1 RAGIONE 0

Pubblicato da

1) Giulio Cesare Vanini nacque a Taurisano, in provincia di Lecce, nel 1585; studiò Legge a Napoli e Teologia a Padova; viaggiò in Italia ed in Germania, per approdare nel 1612 in Inghilterra, ove ebbe la brillante idea di abbandonare il Cattolicesimo. Ma mal gliene incolse, poiché, caduto nelle mani dell’Inquisizione a Tolosa, nel 1618, fu processato e condannato per ateismo. A questo Filosofo italiano e martire del Libero Pensiero due dei maggiori manuali di Filosofia danno il dovuto risalto: il Reale-Antiseri: “Il pensiero occidentale dalle origini ad oggi”, 2° volume, dedica quasi una riga, a pagina 64 dell’edizione del 1983; “Il testo filosofico”, 2° volume, di Cioffi, Luppi, Vigorelli, Zanette, nell’edizione del 1993, riserva ben due righe a pagina 286, nonché una fugace citazione a pagina 825. Continua Valerio Bruschini

blog   |   Tags: , , , ,

1) Giulio Cesare Vanini nacque a Taurisano, in provincia di Lecce, nel 1585; studiò Legge a Napoli e Teologia a Padova; viaggiò in Italia ed in Germania, per approdare nel 1612 in Inghilterra, ove ebbe la brillante idea di abbandonare il Cattolicesimo. Ma mal gliene incolse, poiché, caduto nelle mani dell’Inquisizione a Tolosa, nel 1618, fu processato e condannato per ateismo. A questo Filosofo italiano e martire del Libero Pensiero due dei maggiori manuali di Filosofia danno il dovuto risalto: il Reale-Antiseri: “Il pensiero occidentale dalle origini ad oggi”, 2° volume, dedica quasi una riga, a pagina 64 dell’edizione del 1983; “Il testo filosofico”, 2° volume, di Cioffi, Luppi, Vigorelli, Zanette, nell’edizione del 1993, riserva ben due righe a pagina 286, nonché una fugace citazione a pagina 825. Continua Valerio Bruschini

blog   |   Tags: , , , ,

ZAPATERO LO VOLLE!

Pubblicato da

Come è ormai noto urbi et orbi, Domenica, 11 Luglio 2010, la Spagna ha vinto, e per la prima volta nella sua storia, la Coppa del Mondo di calcio. 1) Se noi fossimo dei Laicisti fanatici, intoneremmo immediatamente un peana/canto di vittoria, visto che, da quando Zapatero è Capo del Governo, questo Paese è divenuto il campione della Laicità in Europa, attirandosi, pertanto, i tuoni ed i fulmini del Vaticano, nonché l’ira funesta delle Gerarchie Ecclesiastiche  iberiche ed internazionali. Se noi fossimo dei Laicisti fondamentalisti, affermeremmo che l’impresa, che non era mai riuscita alla Spagna clericale franchista [1], è stata, invece, compiuta da questa Spagna laica, il cui grido di battaglia potrebbe esser stato: “Zapatero lo vuole!” [2]. Se noi fossimo degli ignobili Laicisti, evidenzieremmo che seconda si è classificata l’Olanda, che, […]

blog   |   Tags: , , ,

Come è ormai noto urbi et orbi, Domenica, 11 Luglio 2010, la Spagna ha vinto, e per la prima volta nella sua storia, la Coppa del Mondo di calcio. 1) Se noi fossimo dei Laicisti fanatici, intoneremmo immediatamente un peana/canto di vittoria, visto che, da quando Zapatero è Capo del Governo, questo Paese è divenuto il campione della Laicità in Europa, attirandosi, pertanto, i tuoni ed i fulmini del Vaticano, nonché l’ira funesta delle Gerarchie Ecclesiastiche  iberiche ed internazionali. Se noi fossimo dei Laicisti fondamentalisti, affermeremmo che l’impresa, che non era mai riuscita alla Spagna clericale franchista [1], è stata, invece, compiuta da questa Spagna laica, il cui grido di battaglia potrebbe esser stato: “Zapatero lo vuole!” [2]. Se noi fossimo degli ignobili Laicisti, evidenzieremmo che seconda si è classificata l’Olanda, che, […]

blog   |   Tags: , , ,

ECCLESIA MAGNA

Pubblicato da

1) Questo è il titolo del testo scritto da Pierino Marazzani nel 2002, il cui tono e contenuto è ben diverso dalla nota trilogia sulla Chiesa che censura, che offende e che tortura, poiché parla, come recita il sottotitolo, degli uomini di Chiesa tra abbuffate ed astinenze. In verità, in verità, queste pagine ci dicono che gli ecclesiastici hanno preferito astenersi dall’astinenza, gettandosi a capofitto nelle abbuffate. In ogni caso, l’impianto è quello consueto, poiché l’Autore inizia con il rintracciare i fondamenti di questa bulimia nelle Sacre Scritture, per giungere sino ai nostri giorni. 2) “… il re Salomone fece macellare 30 buoi e 100 montoni per un banchetto … nel Vangelo secondo Matteo: un giorno si avvicinarono a Gesù i discepoli di Giovanni Battista e gli domandarono: “perché noi e i […]

blog   |   Tags: , ,