Con la votazione sul  rendiconto finanziario che ha raccolto appena 308 voti il governo Berlusconi IV sembra aver tirato le cuoia a meno di improbabili colpi di coda di un caimano mai abbastanza denigrato. Il folkloristico individuo che ha guidato l’Italia con maggioranze (almeno inizialmente) bulgare per otto degli ultimi dieci anni è riuscito nell’ardua impresa di ridurre sul lastrico un paese a dispetto delle previsioni ottimistiche che nel 2000 ci vedevano come uno dei partner più stabili dell’area Euro.

articoli, attualità   |   Tags: , , ,