Perché ci comportiamo come se fossimo sempre allo stadio?

Apparentemente non sarebbe argomento da associazione laicista, eppure a pensarci bene il calcio è la prima religione dello stato italiano al punto da condizionare il comportamento nel quotidiano dei singoli molto più di quanto non faccia la religione cattolica anche quando non si parla esplicitamente di partite o di campagna acquisti (del resto viviamo in una terra dove gente come Max Pezzali all’inizio dei propri concerti si faceva il segno della croce e calciava un pallone verso il pubblico). Nel nostro paese troppo spesso ogni aspetto della giornata viene visto o vissuto come se si trattasse di una partita di calcio al punto da dimenticare e travisare completamente la sostanza degli eventi che vengono tradotti in tale ottica; qualcuno ricorda a titolo di esempio come durante una votazione a maggioranza all’interno di […]

articoli, riflessioni   |   Tags: , , ,