C’era un tempo in cui l’obiettore di coscienza scontava sulla sua pelle il peso delle proprie scelte etiche insindacabili. Erano i tempi in cui il servizio militare di leva era obbligatorio e costringeva tanti ragazzi a sprecare un anno (e anche di più nei primi decenni della Repubblica) della loro vita per imparare cose (sparare, marciare e il nonnismo soprattutto) che non gli sarebbero, probabilmente, mai servite.

articoli, attualità   |   Tags: , , , ,