La cultura che uccide

Drappi rossi alle finestre e flash mob per dire basta alla violenza sulle donne: l’hashtag #saranonsarà dilaga sui social mentre l’omicidio della studentessa romana diventa terreno di facile demagogia per le elezioni capitoline. Attenzione, le donne italiane sono in pericolo! La scoperta straordinaria non risparmia i media nostrani, quegli stessi che celebravano il brutale assassinio di Sara ritraendola accanto all’uomo che l’ha bruciata, stretti insieme post mortem quando lei non lo voleva vicino neanche da viva. E così, di colpo si ricordano che esiste la violenza sulle donne. Fioriscono i dossier sui numeri dei “femminicidi” mentre la notizia di un altro aguzzino che ha tentato di avvelenare la compagna incinta viene promossa dall’abituale cronaca alla prima pagina. Un allarme rosso destinato a durare qualche giorno, giusto il tempo che l’italiano medio sazi […]

articoli, attualità   |   Tags: , , ,

Scuole paritarie: quale servizio pubblico?

Sono passati 16 anni da quando l’allora ministro dell’Istruzione Luigi Berlinguer, con la legge 62 del 10 marzo 2000, definì i criteri per la parità tra scuola privata e scuola pubblica e battezzò l’insieme delle due “Sistema nazionale di istruzione”. In sostanza, una scuola privata per essere “paritaria” – e quindi poter rilasciare titoli di studio legali – deve rispettare norme e ordinamenti vigenti su offerta formativa e organi collegiali, accettare tutte le richieste di iscrizione senza discriminazioni e assumere docenti in possesso di abilitazione all’insegnamento. Qualora poi non ci siano fini di lucro, l’istituto accede ai finanziamenti pubblici stanziati annualmente, una cifra che si aggira intorno ai 500 milioni di euro l’anno. La dicitura «senza oneri per lo Stato» con la quale la nostra Costituzione all’articolo 33 autorizza l’istituzione di scuole […]

articoli, riflessioni   |   Tags: , , ,

Dopo aver rassicurato il Nuovo centro destra – in occasione del voto di fiducia alla Buona Scuola – che «riferimenti alla teoria del gender non potranno essere oggetto di attività scolastiche extracurriculari» (così ha dichiarato Gaetano Quagliariello, coordinatore Ncd), il ministro dell’Istruzione Giannini torna sul tema con una nota ufficiale dal titolo “Piano dell’offerta formativa” (Prot. n. 4321 del 06.07.2015).

articoli, attualità   |   Tags: , , ,

Ci risiamo. I media nostrani incensano nuovamente il papa “rivoluzionario”, questa volta per una missiva dei giorni scorsi alle Conferenze episcopali e agli Istituti di vita consacrata di tutto il mondo alla vigilia della prima riunione della Pontificia commissione per la tutela dei minori.

articoli, riflessioni   |   Tags: , , ,

A distanza di qualche anno dal via libera alla sua commercializzazione in Italia, si riaccende il dibattito sulla pillola dei cinque giorni dopo, alias Ellaone, un contraccettivo di emergenza da assumere entro 120 ore da un rapporto sessuale a rischio.

articoli, attualità   |   Tags: , ,

È meritevole la campagna “Anche le parole possono uccidere” lanciata da 190 testate della Federazione italiana settimanali cattolici, con in testa Avvenire e Famiglia cristiana, e patrocinata da Camera e Senato. Il fine è stigmatizzare l’uso discriminatorio del linguaggio: «Uomini e donne in fuga dalle guerre bollati come “clandestini” – scrive nel suo lancio Avvenire – Onesti lavoratori guardati di traverso perché musulmani quindi “terroristi”.

articoli, attualità   |   Tags: , , ,

Con un tempismo da orologio atomico, ecco arrivare l’annuncio di Renzi: entro fine mese sarà pronta la proposta del governo sulle unioni civili. Che poi il termine corretto sarebbe “unioni omoaffettive”, visto che il governo vuole normare solo le coppie dello stesso sesso. Ma cosa è successo in questi giorni da spingere il presidente del Consiglio ad accelerare il passo se fino a un paio di settimane fa procrastinava laconicamente la questione dei diritti civili al termine del programma dei Mille giorni?

articoli, attualità   |   Tags: , , , , ,

La famiglia che non c'è (più)

Famiglia, dal punto di vista grammaticale, è un sostantivo astratto, ossia un termine che indica un concetto. Al pari di felicità oragionamento, ognuno può declinarlo secondo la sua cultura o la sua personale percezione. Possono “sentirsi” famiglia delle persone che si amano, delle sorelle, un nonno e i nipoti o degli amici di vecchia data, solo per fare alcuni esempi.

articoli, riflessioni   |   Tags: , ,