L'armata dei sonnambuli

  Quando si parla dei Wu Ming e della loro produzione letteraria non si può che essere partigiani di uno dei due opposti fronti. Chi li ama e chi li odia. Ovviamente sono amati dalla gente di “sinistra” o per meglio dire, comunista, socialista, rivoluzionaria o anarchica mentre sono odiati dalle fronde liberal-moderate (o presunte tali) e dalla destra reazionaria.

articoli, recensioni   |   Tags: , , , ,