La filogenetica del creazionismo furtivo

Nel 2004, il distretto scolastico di Dover, in Pennsylvania, cambiò il programma di insegnamento della biologia per inserire un dettaglio non da poco: la cosiddetta teoria del disegno intelligente doveva essere presentata come un’alternativa alla teoria dell’evoluzione di Darwin. Una decisione che suscitò forti polemiche e che l’anno successivo portò al celebre caso Kitzmiller vs. Dover Area School District (Pikaia ne ha parlato qui, qui e qui). Dopo tre mesi di dibattito, il giudice John E. Jones III – un repubblicano nominato da George W. Bush – dichiarò incostituzionale il tentativo di presentare una posizione non scientifica come il disegno intelligente come alternativa alla teoria dell’evoluzione. La sconfitta non pose fine a simili tentativi ma costrinse i sostenitori del creazionismo a cercare nuove vie per portare avanti la loro battaglia ideologica, mascherandone gli […]

articoli, filosofia e scienza   |   Tags: , ,

Introduzione all’Evolution Day 2015

[riportiamo l’introduzione della giornata dell’Evolution Day del 21 Febbraio 2015] Da dieci anni circa organizziamo nella nostra città i Darwin Day, giornate di incontro volte a diffondere la scienza e la consapevolezza dell’evoluzione biologica che regola la vita sul nostro pianeta. Quando abbiamo cominciato, dieci anni fa, le cose erano un po’ diverse. Il mondo accademico ancora non era sceso in piazza in modo concreto e divulgativo per contrastare il movimento neo-creazionista dell’Intelligent Design e tutto ciò che gli sta attorno.

articoli, come è andata?   |   Tags: , , , , ,

Pikaia non risponde alle provocazioni

Cari lettori di Pikaia,alcuni di voi, che ringrazio moltissimo per la fiducia e per la passione, ci chiedono da qualche tempo perché non rispondiamo mai agli attacchi e alle insinuazioni che compaiono su certi siti di antievoluzionisti e di integralisti religiosi.

articoli, filosofia e scienza   |   Tags: , , ,

W i creazionisti

Pubblicato da

Quasi ogni persona razionale sicuramente non vorrebbe più sentir parlare di creazionismo: del Paleolitico basta e avanza lo studio dei fossili. Eppure, paradossalmente, un mondo senza creazionisti sarebbe, forse, un po’ più noioso. Un po’ come un mondo senza oroscopi da poter leggere in spiaggia, o senza i sensitivi dalle marcate connotazioni dialettali che si vedono sulle TV locali.

articoli, filosofia e scienza   |   Tags: , , ,