Don Mauro Inzoli e il delitto di cronaca

Sacerdote condannato per abusi su minori dalla Congregazione per la dottrina della fede, presenzia a un convegno pubblico organizzato per difendere i valori della famiglia tradizionale cattolica. Questa non è una notizia. O per lo meno, che non lo sia è ciò che sostengono i legali di Don Mauro Inzoli nella lettera di diffida e […]

Pubblicato in: articoli, attualità da alexjc
Nessun commento »

Solidarietà al Prof. Coppoli – Partecipazione al presidio

[comunicato stampa del 8/2/2015] In Italia stanno venendo al pettine tutti i nodi sulla irrisolta questione laica. A questo proposito basta citare la sentenza recente della Corte di Conti sull’otto per mille, le numerose polemiche sulle messe e le attività religiose in orario scolastico

Pubblicato in: articoli, attualità da alexjc
Nessun commento »

Cerimonie Laiche: perché si

Dibattito vivo nel mondo laico di fronte all’espandersi delle cosiddette Cerimonie Laiche. Se da una parte c’è chi saluta il loro arrivo con estrema soddisfazione dall’altro c’è chi vede in queste cerimonie uno scimmiottamento del mondo cattolico/religioso e preferisce vivere la sua vita senza scandirla in riti di passaggio.

Pubblicato in: articoli, attualità da alexjc
Nessun commento »

Contraccezione, le donne italiane sotto attacco del fondamentalismo cattolico

A distanza di qualche anno dal via libera alla sua commercializzazione in Italia, si riaccende il dibattito sulla pillola dei cinque giorni dopo, alias Ellaone, un contraccettivo di emergenza da assumere entro 120 ore da un rapporto sessuale a rischio.

Pubblicato in: articoli, attualità da alexjc
Nessun commento »

La nostrana ipocrisia identitaria

Proprio poche settimane fa osservavamo che l’Isis (ed il revanscismo pan-islamista di cui è portatore) tra i vari record che può annoverare c’è quello di aver creato un fronte comune occidentalista.

Pubblicato in: articoli, attualità da alexjc
Nessun commento »

“Sostenere che l’Italia è un Paese laico è una ipocrisia”

Da chi viene un’esternazione così pesante? Da un mangiapreti incallito? Da un marxista nostalgico? Da un radicale combattivo? Assolutamente no, viene dall’intervista rilasciata da una pasionaria cattolica nonché avvocatessa che ha combattuto strenuamente per far svolgere in chiesa l’annuale recita scolastica della scuola materna “Falcone – Borsellino” di Terni.

Pubblicato in: articoli, attualità da alexjc
Nessun commento »

La laicità e la Democrazia formale

Come al solito con l’approssimarsi del Natale, vengono al pettine i nodi irrisolti di un paese che non ha mai fatto i conti con la sua carenza di laicità nelle istituzioni e nella scuola pubblica. Provvedimenti estemporanei che suscitano clamore nei soliti mass media richiamano l’attenzione su quello che in tanti paesi è normalità e […]

Pubblicato in: articoli, attualità da alexjc
Nessun commento »

Le parole che uccidono. Ma mica tutte

È meritevole la campagna “Anche le parole possono uccidere” lanciata da 190 testate della Federazione italiana settimanali cattolici, con in testa Avvenire e Famiglia cristiana, e patrocinata da Camera e Senato. Il fine è stigmatizzare l’uso discriminatorio del linguaggio: «Uomini e donne in fuga dalle guerre bollati come “clandestini” – scrive nel suo lancio Avvenire […]

Pubblicato in: articoli, attualità da alexjc
Nessun commento »

Pagina 1 di 1412345...10...Ultima »

Il sito di Civiltà Laica è stato creato da Katapulta Design Katapulta Design

Copyright 2010-2012 - Civiltà Laica - I documenti presenti sono pubblicati sotto una Licenza Creative CommonsCreative Commons Selezionata
Le immagini pubblicate su Civiltà Laica sono reperite in rete e ritenute di libera circolazione in quanto prive di dicitura indicante l'autore o la riproduzione riservata.
Tuttavia, qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore basta segnalarlo a info AT civiltalaica.it e verranno immediatamente rimosse.
C.F. 91044120557
Questo sito/blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato in base a tempistiche casuali ed imprevedibili. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001.