Intervista alla senatrice Monica Cirinnà

Abbiamo l’opportunità di rivolgere qualche domanda alla Senatrice Monica Cirinnà, prima firmataria della legge sulle Unioni Civili che è stata approvata al Senato e che presto verrà discussa alla Camera dove, si spera, non dovrebbero esserci sorprese. Senatrice, se si eccettua qualche modifica riguardante i tempi del divorzio la legge che porterà il suo nome sarà la prima legge veramente laica che passa nel parlamento italiano dal 1978 da quando è stato regolamentato l’aborto. Come si sente alla fine di questa estenuante battaglia? È più la soddisfazione o il rammarico per tutto il veleno che il mondo integralista cattolico è riuscito a sputare fuori in quest’anno? ​Ho avuto momenti di forte dispiacere per il sacrificio che siamo stati chiamati a fare dal senso di responsabilità. La frustrazione però non deve sottrarre energie […]

articoli, attualità   |   Tags: , , ,

Oscar e pedofilia: grosso guaio in Vaticano

Massima trasparenza e tolleranza zero. Da tre anni sono le parole d’ordine di papa Bergoglio quando c’è di mezzo la storica e drammaticamente attuale questione della pedofilia nel clero cattolico. Ma queste parole corrispondono a fatti concreti? L’occasione per capire a che punto è l’opera di rinnovamento della Chiesa guidata dal pontefice gesuita è venuta in questi giorni da due vicende scollegate tra loro, almeno in apparenza. Della prima è stato protagonista nella totale indifferenza dei media italiani un alto esponente della Compagnia di Gesù, monsignor Tony Anatrella. «I vescovi non sono obbligati a denunciare gli abusi sui minori compiuti da preti» ha tuonato il prelato francese dal pulpito del Pontificio Consiglio per la Famiglia di cui è consulente in qualità di psicoterapeuta. Di fatto negando uno dei capisaldi della Lettera circolare […]

articoli, attualità   |   Tags: , ,

Senza la stepchild adoption la legge Cirinnà passa al Senato.  Il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto?

Quando si analizza a caldo l’approdo di una legge sui diritti civili dopo anni di battaglie mediatiche al calor bianco si rischia sempre di peccare di enfasi o di rammarico Cercheremo di non farlo e di mantenere la lucidità. Chi ha vinto? Alfano, non c’è dubbio. La sua proposta di mediazione, da una posizione di minoranza nella maggioranza di governo è stata accettata in toto. Via la stepchild, potrà presentarsi agli elettori cattolici con le su aberranti parole “abbiamo evitato una legge contronatura”. E qualche voto lo prenderà pure. Ma ha vinto anche Monica Cirinnà. La legge non è stata svuotata, manca un pezzo importante è vero, ma il suo punto di vista pragmatico è sempre stato chiaro. “Meglio guardare l’orizzonte dell’eguaglianza assoluta un passo più vicino che un passo più lontano” […]

articoli, attualità   |   Tags: , , ,

Narcisismo a cinque stelle

Quella che è andata in scena ieri al Senato è l’ennesima esibizione di irresponsabilità della classe politica che gli elettori hanno mandato in Parlamento. Il disegno di legge Cirinnà non è, in fondo, che il minimo sindacale in un Paese che è – e potrebbe restare a lungo – il più retrogrado e reazionario dell’intero Occidente. Eppure, anche il minimo sindacale è stato sacrificato sull’altare della tattica, della strategia, della lotta para-ideologica tra i partiti. O meglio: tra i partiti e un Movimento. Perché se tutti sappiamo – e lo sappiamo – cos’è il Partito democratico, dal Movimento 5 stelle, protagonista in negativo ieri, qualcuno si aspettava davvero la discontinuità promessa con tanto clamore poco più di due anni fa, dopo il risultato eclatante alle politiche. Ovvero il pragmatismo, la vicinanza alle […]

articoli, attualità   |   Tags: , , , ,

“Serve una discussione laica e pacata sull’utero in affitto”… ma dai?

    Lo confessiamo, siamo caduti dalla sedia quando abbiamo visto le prime parole dell’articolo di Marco Politi sul suo blog. Dopo due anni che le associazioni cattoliche integraliste terrorizzano gli italiani con bufale colossali sui neonati strappati dal grembo delle madri, sull’Oms che vorrebbe insegnare l’uso dei preservativi ai bambini di quattro ani, sulla lobby gay che andrà in giro a rapire bambini alle mamme saltellando e cantando sulle note di Raffella Carrà; il Politi se ne esce placido e lindo con “Serve una discussione laica e pacata sull’utero in affitto”. Accidempolina e perdindirindina, non saremo noi a non cogliere la ghiotta occasione. Allora caro Marco Politi, iniziamo con il dire che la discussione “laica e pacata” è già messa in dubbio dal titolo del suo articolo che dice testualmente “Utero […]

articoli, attualità   |   Tags: , , ,

Un milione di omofobi fa, o forse due.

Lo ripetiamo ancora una volta per sgombrare il campo da ogni possibile dubbio. In Democrazia i Diritti Civili non sono un tema su cui si decide a maggioranza, ma una volta che sono riconosciuti come tali vanno semplicemente concessi. Altrimenti non si parla di Democrazia ma di Dittatura della Maggioranza che è cosa diversa. Questo vuol dire che anche se il family day di oggi non fosse stato il flop che è stato ma ci fossero state effettivamente milioni di persone in piazza, il discorso non cambiava di una virgola. Il ddl Cirinnà per regolamentare le coppie di fatto etero e omosessuali che siano serve a sanare una discriminazione sancita in sede nazionale e internazionale. In quanto tale, un democratico (di sinistra, di centro o di destra che sia) non può non […]

articoli, attualità   |   Tags: , , ,

La patacca

Pubblicato da

La patacca

Recita un noto proverbio: “ Il lupo perde il pelo ma non il vizio” e credo che questo sia uno dei detti popolari più diffusi e condivisi. Non potrebbe essere altrimenti, del resto, considerate le notizie spicciole, piccole piccole, che la cronaca ci riserva e che suscitano pochi commenti ma rivestono l’immagine della più smaccata evidenza di verità proverbiale. Mi riferisco alle immagini televisive che hanno mostrato il serioso volto del nostro ministro dell’Interno, Angelino Alfano, tutto intento a dimostrare l’efficienza della macchina investigativa del nostro amato Paese.

articoli, attualità   |   Tags: , , ,

La legge 40/2004 di nuovo bocciata

Il ricorso alla Corte Costituzionale di alcuni cittadini in materia di fecondazione assistita e diagnosi preimpianto ha condotto, lo scorso 11 Novembre, alla dichiarazione di incostituzionalità di alcuni articoli della legge n. 40 del 2004 “Norme in materia di procreazione medicalmente assistita”, in particolare nella parte che vieta l’accesso alle coppie fertili portatrici di patologie genetiche.

articoli, attualità   |   Tags: , , ,