Referendum: perché sì, perché no

Perché Sì di Alessandro Chiometti Quando da attivista della sinistra extraparlamentare ho detto che avrei votato sì a questa riforma, non mi aspettavo di essere una mosca bianca. Parimenti non pensavo di vedere una lunga fila di nomi che sono sempre stati, per me, punti di riferimento, come Rodotà e Zagrebelski, portare argomentazioni, per il no alla riforma, a mio giudizio meno che ridicole. Lo dico sinceramente, in questi mesi ho letto e riletto in modo quasi maniacale le argomentazioni del fronte del no, sforzandomi in tutti i modi di farmi convincere. Alla fine, tralasciando (almeno qui) le demenzialità da social network del tipo: “voto no perché la riforma è fatta da figli di massoni”, nel fronte del no ho trovato soltanto due argomenti che hanno un minimo di senso. Il primo […]

articoli, attualità   |   Tags: , , , ,

Anniversario del 5 Ottobre

Sappiamo “che viso avesse” e pure “come si chiamava“: il suo nome era Deilar Kanj Khamis (nome di battaglia Arin Mirkan); sappiamo “quanti anni avesse visto allora e di che colore i suoi capelli” e la fantasia non deve regalarci alcuna “immagine sua” perché come tutti gli eroi che vorremmo immaginare era davvero giovane e bella (ma non é per questo che la ricordiamo). Conosciamo anche “l’epoca dei fatti e qual’era il suo mestiere“: fino al 5 ottobre 2014 era la comandante di una YPG (unità di difesa del popolo) una delle tante donne che difendevano la città di Kobane dall’aggressione delle truppe del califfato. Sappiamo anche dalle testimonianze di chi l’ha conosciuta che era una combattente forte e coraggiosa. Arin non aveva una patria da difendere, perché ufficialmente non esisteva (e non esiste tutt’ora) una […]

articoli, attualità   |   Tags: , ,

La laicità al Festivaletteratura di Mantova

    La kermesse mantovana arrivata alla ventesima edizione si conferma come il festival culturale più interessante d’Italia per ciò che riguarda la letteratura. L’idea geniale, e vincente, degli organizzatori è stata quella di trasformare la città, già di per se stupenda, in un vero e proprio think tank a cielo aperto in cui si incontrano i lettori con gli autori famosi e meno famosi. Uno scambio di idee continuo e incessante che non ci risulta avere uguali, per qualità e dimensioni da nessuna altra parte. Non è un caso se i maggiori autori nazionali e internazionali ormai fanno tappa fissa a Mantova nei giorni del festival. Altre idee vincenti, a nostro avviso, sono state quella di riservare ampio spazio alla letteratura per bambini ed ospitare autori anche fuori dai canoni stretti […]

articoli, attualità   |   Tags: , , , , ,

Je suis Charlie anche ora, e tu cosa sei?

Premessa inutile per la maggiorparte dei lettori. Dire “Io sono Charlie”, non significa dire che automaticamente ci debbano piacere tutte le vignette di Charlie Hebdo ne’ che non possiamo dire che la vignetta sulle vittime del terremoto, ma anche quelle sul bambino siriano morto, ma anche quella sul dio cattolico con il kalshnikov dell’Isis facevano oggettivamente schifo. Dire “Io sono Charlie” significa dire che a prescindere dalla qualità della vignetta satirica (ma il discorso può essere esteso a qualunque forma d’arte) l’autore ha il diritto di farla e, se ha un giornale a sua disposizione, di pubblicarla. Significa rifiutare la censura. Significa difendere la libertà di espressione sempre e comunque, anche quando ci fa arrabbiare e ci colpisce. Detto questo Je suis Charlie e tu cosa sei? Non sei Charlie e non […]

articoli, attualità   |   Tags: , , ,

Come se il terremoto non bastasse

      Nelle situazioni difficili si vede il meglio del nostro paese. Questo mantra, ripetuto ogni dove, non riesce a nascondere una realtà oggettiva: in queste situazioni si vede anche il peggio. Puntualmente con il terremoto arrivano i “giornalisti” che devono piantare la telecamera in faccia alla persona estratta dalle macerie chiedendogli cosa si prova ad aver perso casa, moglie, figli e gatto. Poi non può mancare Bruno Vespa che, rammaricato del fatto di non poter atterrare con il suo elicottero al centro dell’epicentro, con un ministro in diretta magnifica i tanti posti di lavoro che ci saranno grazie al sisma. E presto arriveranno i soliti ciarlatani che millanteranno di poter prevedere i terremoti grazie alla kriptonite, alle perturbazioni dell’etere, alle reazioni piezonucleari, etc. Ma questo non basta. Grazie all’immancabile social […]

articoli, attualità   |   Tags: , , , ,

E’ beach volley, ma non possiamo essere ipocriti

La foto della Cnn pubblicatà con la didascalia “Voi cosa ci vedete? Lo sport che unisce o lo scontro di civiltà?” ha fatto discutere anche sulle nostre pagine fbk. La posizione maggioritaria dei nostri utenti, è che in quella foto ci debba vedere solo una partita di beach volley. Segno forse che delle polemiche ne hanno abbastanza. Tuttavia personalmente non ce la sentiamo di essere ipocriti. Per noi quella non è solo l’espressione di una partita di beach volley. Non ci vediamo lo scontro di civiltà (sic) come dice la Cnn che usa espressioni demenziali come se l’era Bush non fosse finita o come se fosse già iniziata quella Trump, tuttavia è palese che una delle due atlete non è libera di scegliere come vestirsi. Chi lo nega o è in malafede […]

articoli, attualità   |   Tags: , , , ,

Cronache da un paese ad “informazione parzialmente libera”

Come al solito, nonostante la media di un attentato al giorno di marca islamica o presunta tale in giro per il mondo, d’estate i giornali vivono e vendono sul pettegolezzo, lo scandalo e l’indignazione per sedicenti scoop dell’ultima ora. Succede così che un giornale con tanti titoli ma sempre dagli scarsi contenuti commetta una leggerezza e chiami “cicciotelle” delle atlete italiane alle olimpiadi (che per inciso non devono fare i 110 ostacoli ma delle discipline un poco più statiche, quindi doppiamente sciocchi sia il “giornalista” che il “direttore”). Lo sdegno è enorme… fin troppo enorme, diciamolo. È vero, questi atteggiamenti possono fomentare disagi alimentari nelle adolescenti e in qualche modo sono il segnale di un perenne “machismo” che l’Italia e i paesi latini forse non si toglieranno mai completamente di dosso. Ma […]

articoli, attualità   |   Tags: , , , ,

Tre idee semplici contro ogni integralismo religioso e quindi contro il terrorismo

Ci sentiamo spesso rimproverare di non essere in grado di dare consigli pratici su come affrontare la nuova terribile ondata di terrorismo islamico. Cerchiamo allora di riassumere qui qualche idea che ci scambiamo fra noi laici quando parliamo di questo tema, senza pretesa di avere verità assolute come nostra abitudine ma con la consapevolezza che altri non hanno la stessa nostra lucidità ed equidistanza dalle varie posizioni religiose. Cominciamo a dire che noi non abbracciamo il “pacifismo assoluto” di matrice evangelica (porgi l’altra guancia) o gandhiana. Contestualmente rifiutiamo anche l’opposto principio del “chi colpisce per primo colpisce due volte” e le incitazioni alle guerre di civiltà di Bush e Blair, appoggiate tutt’oggi da noi dai fan della Fallaci che hanno portato alla radicalizzazione del conflitto che tutti stiamo vedendo oggi. Semplicemente noi […]

articoli, attualità   |   Tags: , , ,