Locandina dell'iniziativa Venerdì 3 Aprile 2009, a Perugia, dalle ore 16 presso la sala della Partecipazione di Palazzo Cesaroni (Regione Umbria),i professori Olga Rickards e Gianfranco Biondi presenteranno i libri:     

articoli   |   Tags:

    A Terni…                         … abbiamo presentato:                

articoli   |   Tags:

Il punto di vista secondo cui il credente sarebbe più felice dell'ateo è assurdo,tanto quanto la diffusa convinzione che l'ubriaco sia più felice del sobrio. G. B. Shaw

articoli   |   Tags:

Dal sito di Stefano Disegni:

articoli   |   Tags:

Onore a quanti nella loro vitadecisero difese di Termopile.Mai dal loro dovere essi recedono;in ogni azione equilibrati e giusti,con dolore, peraltro, e compassione:se ricchi, generosi; anche nel pocogenerosi, se poveri; solertia soccorrere gli altri più che possono,capaci solo della verità,senza neppure odiare i mentitori.E di più grande onore sono degnise prevedono (e molti lo prevedono)che spunterà da ultimo un Efialtee i Persiani, alla fine, passeranno. Costantino Kavafis in A QUANTI… DECISERO DIFESE DI TERMOPILE

articoli   |   Tags:

Intervista a Renato Brunetta su La Stampa del 29/12/2008     Brunetta: "Rispetto il Vaticano ma si poteva fare di più. Quei soldi li dà lo Stato" RAFFAELLO MASCI ROMA Ministro Brunetta, la Chiesa ha aperto un fondo di solidarietà da un milione di euro. Ma, secondo lei, poteva fare di più. Una tirata d'orecchi? «Io non sono credente. Ho però un grandissimo rispetto per la funzione che la Chiesa svolge a vantaggio dei giovani, degli anziani, dei diversamente abili. E apprezzo anche molto questa iniziativa di istituire un fondo di solidarietà. Mi limito a rilevare che qualcosa in più si poteva fare, dato che quei soldi la Chiesa li riceve comunque dallo Stato. Ognuno, secondo me, dovrebbe tornare a fare il proprio mestiere e la Chiesa il suo lo fa molto bene, […]

articoli   |   Tags:

di Alessandro Litta Modignani su L'opinione.it Una sconfitta per gli integralisti Il veto oscurantista e anti-scientifico era ridicolo e nei prossimi giorni verrà travolto dalla realtà. Né il prezzo né le norme previste dalla legge 194 possono impedire l'uso del farmaco.Annunciando come ormai inevitabile, fra pochi giorni, l'introduzione anche in Italia della pillola abortiva Ru 486, e proclamandosi rassegnata al triste evento, il sottosegretario Eugenia Roccella sperava forse di sollevare un polverone in extremis, chiamandosi fuori al contempo dalle sue responsabilità istituzionali. Non riuscirà né nell'uno né nell'altro scopo.

articoli   |   Tags:

MICHELE AINIS su La Stampa del 18/12/2008 Eluana e i guardiani ubbidienti Ileghisti l'avranno presa male, anche se al momento non c'è traccia di reazioni ufficiali. E così i federalisti, di cui trabocca la nostra scena pubblica. Perché l'editto di Sacconi, l'atto con cui il ministro pretende di chiudere a Eluana le porte d'ogni clinica pubblica o privata, è innanzitutto questo: un diktat per le Regioni, nonché per le Province di Trento e di Bolzano. È insomma la mascella volitiva dello Stato, che detta legge agli enti decentrati. Ma come, non siamo già immersi mani e piedi in uno Stato federale? Non c'è alle viste il federalismo fiscale, che renderà totale l'immersione? Evidentemente no. In Italia funziona così, c'è spazio solo per un federalismo dei giorni dispari, nei giorni pari ciascuno torna […]

articoli   |   Tags: