Magellano

Pubblicato da

La Chiesa dice che la Terra è piatta, ma io so che è rotonda, perché ne ho visto l'ombra sulla Luna, ed ho più fiducia in un'ombra che nella Chiesa. Ferdinando Magellano

articoli   |   Tags:

(Prima parte) Egregio dottor Chiometti, il signor Roberto mi ha messo al corrente del recente scambio epistolare che è intercorso tra di voi a proposito dell'Omeopatia. Non  è mia intenzione intromettermi sgarbatamente nella vostra discussione ma semplicemente fornire alcuni elementi utili alla riflessione e alla stessa discussione. Essi, come tutte le cose, potranno essere accettati o rifiutati in base alle convinzioni personali. Entrarne a conoscenza, tuttavia, potrà sicuramente contribuire alla completezza del dialogo.

articoli, posta e risposta   |   Tags:

(seconda parte) Caro Alessandro, leggendo il numero 6 di Civiltà laica (che ti ringrazio di avermi inviato) e giunto alla p. 7 – quella dedicata all'effetto placebo – ho dovuto fare un balzo sulla sedia alla lettura del tuo articolo contro l'omeopatia.

articoli, posta e risposta   |   Tags:

AI NOSTRI CRITICI

Pubblicato da

Alcuni nostri lettori hanno mosso delle critiche all'ultimo editoriale comparso nel numero 6 di Civiltà Laica, intitolato "All'armi siam laicisti!". Ammesso che ce ne sia bisogno, ribadisco che non solo chiunque ha il diritto di esprimere il proprio dissenso su qualsiasi cosa, ma anche che sarebbe il colmo che chi fa parte di un'associazione, che si chiama Civiltà Laica, pretendesse che il proprio operato fosse esente da critiche, che, tra l'altro, quasi sempre costituiscono uno stimolo per migliorare. Ed è in questa ottica di dialogo, finalizzato ad una continua crescita di tutte/i, che intendo fornire delle delucidazioni sulle varie parti di quell'editoriale.

articoli, posta e risposta   |   Tags:

UN DECALOGO LAICO

Pubblicato da

Dal sito italialaica.it: Per una delle ironie della storia, il motto risorgimentale «Libera Chiesa in Libero Stato» viene considerato nell'Italia repubblicana un'espressione di anticlericalismo, invece che un'asserzione di laicismo. Naturalmente, quasi tutti i nostri politici concordano sul fatto che la Chiesa e il Vaticano debbano avere la massima libertà di parola e di azione, e che lo Stato non debba interferire né con l'una, né con l'altra. Ma quasi nessuno pensa, o almeno dice, che le stesse libertà le debba avere anche lo Stato, senza esser costretto a subire la pressione ufficiale e ufficiosa delle gerarchie ecclesiastiche, a legiferare in ossequio alle loro credenze, e a pagare di tasca propria per la propaganda e gli affari altrui.

articoli   |   Tags:

Dal blog di Andrea Armati, autore de "Lo stregone di Assisi": Sabato prossimo 8 novembre 2008 alle ore 19.00 sarò a Terni, presso i locali Istess del Cenacolo San Marco (via del Leone 12, per l'esattezza!)Tema del dibattito, organizzato dai promotori del film festival "Popoli e Religioni" di Terni:San Francesco alla corte del sultano. Ovvero, un pacifico guerrafondaio alla caccia del martirio… È superfluo dirvi di non mancare?

articoli   |   Tags:

Post "Cara Gelmini, che cosa mi dai se ti dico come risparmiare un miliardo di euro?"di Nico Valerio, sul blog Salon Voltaire: Che cosa mi dà se le suggerisco un modo rapido e indolore per risparmiare ben un miliardo di euro sulla scuola pubblica senza minimamente scalfirne l'efficienza? Anzi, liberando qualche ora di insegnamento che potrebbe benissimo essere utilizzata, che so, per l'inglese, l'educazione civica, la musica, l'informatica, l'educazione ambientale e il risparmio energetico?…La religione cattolica, voglio dire. Tanto assurdo ne è l'insegnamento nelle scuole statali, che se io fossi un cattolico praticante, un credente puro e integralista, protesterei vivamente per l'umiliazione, la volgarità e banalità di "insegnare" con la forza e l'avallo dello Stato, che è sempre stato il contraltare della Chiesa, una credenza strettamente legata alla personale e delicatissima psiche […]

articoli   |   Tags:

Ma in Italia è un rischio scomparso Il Giornale, 20 ottobre 2008 Giordano Bruno Guerri Benedetto XVI ha ricordato che il fondatore del Santuario di Pompei fu, prima di convertirsi, «un militante anticlericale» dedito «anche a pratiche spiritistiche e superstiziose». Il Papa ha concluso sostenendo che «purtroppo simili tendenze non mancano nei nostri giorni». Nessuno dubita che la superstizione, deprecata dai razionalisti quanto dalla Chiesa, sia viva e vegeta, e che lo spiritismo sia addirittura in aumento. Quindi nel discorso di Benedetto XVI colpisce soprattutto il riferimento all'anticlericalismo, perché non ne sentivamo più parlare da tanto tempo. Non ne sentivamo più parlare perché l'anticlericalismo in Italia non esiste più, almeno non in quantità e forme tali da preoccupare il Pontefice.

articoli   |   Tags: