Chi ha rubato la Cathedra?

La straordinaria messe di notizie che ci investe quotidianamente e che impegna duramente le nostre celluline grigie (direbbe Poirot) finisce a volte per rendere irrilevanti, tra le tante, quelle pochissime veramente degne di riflessione e di attenzione. Mi riferisco alla formidabile novità contenuta nelle parole dell’attuale santo padre, il buon Bergoglio, alias Francesco, il quale ha più volte ribadito un rivoluzionario concetto di ispirazione cristiana secondo il quale coloro che affermano di uccidere in nome di Dio in realtà bestemmiano. Le sue parole esatte sono state: “ Uccidere in nome di Dio è satanico!”. Lo ha gridato in faccia al mondo intero il 14 corrente mese in occasione della celebrazione, in santa Marta, di una messa a suffragio dell’anima del sacerdote francese Jacques Hamel sgozzato nella chiesa di Rouen da un fanatico […]

articoli, filosofia e scienza   |   Tags: , , , , ,

Chiesa Cattolica: la rompistati (parte seconda)

[Prima parte] Alla fine del XVI° Secolo (1585) Filippo II, Re di Spagna, riuscì con il suo fondamentalismo religioso cattolico a spaccare in due i Paesi Bassi, uno Stato europeo di media grandezza, economicamente prospero e culturalmente molto all’avanguardia. Ma una sola di Opera di distruzione di uno Stato non bastava alla Chiesa Cattolica e il bel lavoro si ripetè due secoli dopo, arrivando quella volta addirittura ad una frammentazione in ben tre parti. Infatti, dopo la tragica sconfitta di Napoleone Bonaparte a Waterloo (tragica perchè l’Imperatore francese ebbe il merito di difondere nell’ intero continente europeo i valori rivoluzionari Repubblicani e della Laicità dello Stato a cui si sarebbero ispirati, ma solo 60 anni dopo, i Padri costituenti del Risorgimento italiano), le grandi monarchie del continente (Gran Bretagna, Prussia, Austria, Russia) […]

articoli, storia   |   Tags: , , , , ,

Lorenzin: ora anche basta

Da che mondo e mondo esistono due tipi di ministri: i politici e i tecnici. Se i primi sono quelli che devono coordinare dirigenti e manager pubblici dando al loro operato un indirizzo politico liberale, socialista o quel che sia i secondi sono coloro che vengono chiamati in base alla loro indiscutibile esperienza per dare sterzate probabilmente impopolari a situazione compromesse o quasi. Ora, che la Lorenzin non fosse un ministro tecnico l’avevamo capito guardando il suo curriculm. Ma ora con la nuova vergognosa campagna del fertility day (dopo che è stata costretta a ritirare la prima per indecenza) non può neanche essere considerata un ministro politico. Passi che, politicamente, in base alla parte reazionaria e illiberale che essa rappresenta, voglia continuare a dare messaggi anacronistici coprendosi di ridicolo. Dopo la ”fertilità bene […]

articoli, blog   |   Tags: , ,

Che bello giudicare!

  (Troviamo su facebook e ripubblichiamo in forma anonima con il consenso dell’autrice) Cari italiani, Se alla fine di questo messaggio non siete d’accordo con quello che dico cancellatemi dai contatti. Anche se siamo imparentati o andiamo a fare l’aperitivo insieme quanto torno a casa. Non rispondete, non scrivete qua sotto, non voglio sapere quello che pensate. Non voglio dialogare perché non ritengo siate all’altezza della mia attenzione. Quindi, con questo tocco di presunzione, vi dico “cancellatemi” almeno guadagno pure spazio per altre persone più interessanti. Se siete veramente degli amici saprete che da sei anni vivo all’estero. Non sono spesso aggiornata su quanto accade in Italia (per fortuna o purtroppo), ma una notizia oggi ha attirato la mia attenzione e mi sono andata a documentare. Ho passato un’ora intera sul treno […]

articoli, riflessioni   |  

La laicità al Festivaletteratura di Mantova

    La kermesse mantovana arrivata alla ventesima edizione si conferma come il festival culturale più interessante d’Italia per ciò che riguarda la letteratura. L’idea geniale, e vincente, degli organizzatori è stata quella di trasformare la città, già di per se stupenda, in un vero e proprio think tank a cielo aperto in cui si incontrano i lettori con gli autori famosi e meno famosi. Uno scambio di idee continuo e incessante che non ci risulta avere uguali, per qualità e dimensioni da nessuna altra parte. Non è un caso se i maggiori autori nazionali e internazionali ormai fanno tappa fissa a Mantova nei giorni del festival. Altre idee vincenti, a nostro avviso, sono state quella di riservare ampio spazio alla letteratura per bambini ed ospitare autori anche fuori dai canoni stretti […]

articoli, attualità   |   Tags: , , , , ,

E qualcuno si sorprende di Madre Teresa di Calcutta...

Singolare che alcuni visitatori della nostra pagina di facebook ci abbiano scritto in privato per dirci “ma è vero che esiste un libro contro Madre Teresa?” dopo la ripresa sulla suddetta pagina di un vecchio articolo di Cristopher Hitchens. Il libro non è contro Madre Teresa di Calcutta (che non era madre, non si chiamava Teresa e non era di Calcutta), il libro dice semplicemente cosa faceva la suora. In una parola raccoglieva soldi, sempre e da chiunque compresi dittatori e truffatori. Con tutti quei soldi raccolti dalla (adesso) santa, si potevano comprare abbastanza medicine per tutti i malati dell’India o costruire decine e decine di ospedali attrezzati con standard occidentali. Lei ci ha costruito quasi esclusivamente conventi e di medicine ne ha somministrate pochissime. Perché? Ma perché lei era un integralista cattolica che […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , ,

TERNI HORROR FEST

Pubblicato da

TERNI HORROR FEST

  Siete pronti? Presto sarà tutto rivelato!

articoli, in evidenza   |   Tags: ,

Chiesa Cattolica: la RompiStati

  Era il profondo Medioevo, quando gli Stati europei odierni piantavano le loro radici nella Storia politica, economica e sociale. Quest’ affermazione vale per tutti gli Stati tranne per due: l’Italia e i Paesi Bassi. Il colpevole ? In entrambi i casi la Chiesa Cattolica. Infatti, furono i Duchi della Borgogna a realizzare nel Secolo XV l’unificazione dei numerosi ducati, contee e signorie che fin da allora venivano indicati come i Paesi Bassi. Risultò un’ Unità Politica di media grandezza che comprendeva le attuali nazioni dell’Olanda, del Belgio e del Lussemburgo includendo anche territori nel nord dell’ attuale Francia (Lille, Artois). L’insieme era un territorio economicamente molto prospero e scientificamente ed artisticamente molto all’avanguardia. L’unica macchia di discontinuità territoriale, che ci si piazzava di mezzo come un corpo estraneo (cioè fra il […]

articoli, storia   |   Tags: , ,