Come se il terremoto non bastasse

      Nelle situazioni difficili si vede il meglio del nostro paese. Questo mantra, ripetuto ogni dove, non riesce a nascondere una realtà oggettiva: in queste situazioni si vede anche il peggio. Puntualmente con il terremoto arrivano i “giornalisti” che devono piantare la telecamera in faccia alla persona estratta dalle macerie chiedendogli cosa si prova ad aver perso casa, moglie, figli e gatto. Poi non può mancare Bruno Vespa che, rammaricato del fatto di non poter atterrare con il suo elicottero al centro dell’epicentro, con un ministro in diretta magnifica i tanti posti di lavoro che ci saranno grazie al sisma. E presto arriveranno i soliti ciarlatani che millanteranno di poter prevedere i terremoti grazie alla kriptonite, alle perturbazioni dell’etere, alle reazioni piezonucleari, etc. Ma questo non basta. Grazie all’immancabile social […]

articoli, attualità   |   Tags: , , , ,

Il Gender si rivela al mondo

Buonasera amici e amiche di “Minchiate, culi e deliri” la trasmissione campione di ascolti degli ultimi due anni. Con noi stasera c’è un ospite eccezionale. Applauso! [Scrosci di applausi, la telecamera inquadra due quintali di blob pulsante dal colore indefinibile con due sopraccigli scuri sopra due occhi vacui, e una linea che si presume essere la bocca. Gli applausi finiscono, primo piano sulla presentatrice Karina Chiappetette, in odor di cinema se non di politica] Allora caro ospite, ci vuol dire lei chi è? Mia cara, citando Mel Brooks potrei risponderle “Io sono il mostro”, ma non ce la vedo lei a fare la parte del poliziotto tedesco che dice “Ah ja, federe lei effettivamente mostro, ja” ah ah ah Ih ih ih [Occhi di Karina in cui si intravedono quattro neuroni impegnati […]

articoli, blog   |   Tags: ,

E’ beach volley, ma non possiamo essere ipocriti

La foto della Cnn pubblicatà con la didascalia “Voi cosa ci vedete? Lo sport che unisce o lo scontro di civiltà?” ha fatto discutere anche sulle nostre pagine fbk. La posizione maggioritaria dei nostri utenti, è che in quella foto ci debba vedere solo una partita di beach volley. Segno forse che delle polemiche ne hanno abbastanza. Tuttavia personalmente non ce la sentiamo di essere ipocriti. Per noi quella non è solo l’espressione di una partita di beach volley. Non ci vediamo lo scontro di civiltà (sic) come dice la Cnn che usa espressioni demenziali come se l’era Bush non fosse finita o come se fosse già iniziata quella Trump, tuttavia è palese che una delle due atlete non è libera di scegliere come vestirsi. Chi lo nega o è in malafede […]

articoli, attualità   |   Tags: , , , ,

Cronache da un paese ad “informazione parzialmente libera”

Come al solito, nonostante la media di un attentato al giorno di marca islamica o presunta tale in giro per il mondo, d’estate i giornali vivono e vendono sul pettegolezzo, lo scandalo e l’indignazione per sedicenti scoop dell’ultima ora. Succede così che un giornale con tanti titoli ma sempre dagli scarsi contenuti commetta una leggerezza e chiami “cicciotelle” delle atlete italiane alle olimpiadi (che per inciso non devono fare i 110 ostacoli ma delle discipline un poco più statiche, quindi doppiamente sciocchi sia il “giornalista” che il “direttore”). Lo sdegno è enorme… fin troppo enorme, diciamolo. È vero, questi atteggiamenti possono fomentare disagi alimentari nelle adolescenti e in qualche modo sono il segnale di un perenne “machismo” che l’Italia e i paesi latini forse non si toglieranno mai completamente di dosso. Ma […]

articoli, attualità   |   Tags: , , , ,

L’integralista cattolico che cita Max Plank

La pagina facebook di Civiltà Laica, dopo aver raggiunto una certa notorietà (i like sono sulla soglia delle due migliaia) è stata recentemente presa d’assalto da vari troll la cui matrice è facilmente immaginabile. Niente di preoccupante e che duri più di un paio di commenti grazie alla nostra rigida politica del don’t feed the troll. Tuttavia costoro continuano nei loro profili pubblici a prendere screenshoot delle nostre pagine e a commentarli (irridendoli ovviamente, si sa dove abbonda il riso oltre che in Cina). Usano ora questo metodo perché hanno constatato che condividendo semplicemente l’articolo automaticamente ci autorizzavano a rispondergli a tono sui loro profili con conseguenti brutte figure (brutte per loro ovviamente). Ma ovviamente i profili pubblici, una volta che li conosciamo, li teniamo d’occhio a nostra volta e quindi a […]

articoli, filosofia e scienza   |   Tags: , , ,

About: D’amore corna e poligamia

Il caso o piuttosto la contingenza come direbbero i neodarwinisti, o “forse dio o il destino o chissà che” come direbbero gli agnostici citando le parole del Liga, o l’ineluttabile volontà di Dio onnipotente affermerebbero con certezza i convinti credenti, hanno voluto che l’uscita di questo libro avvenga in concomitanza con le nuove polemiche sulla legge Cirinnà che ha recentemente regolarizzato le unioni civili. A detta di alcune associazioni ultracattoliche questa legge aprirebbe le porte alla poligamia (nonché ovviamente, come ripetono incessantemente dall’introduzione dello strumento del divorzio nel codice civile, al crollo della società, delle istituzioni, dell’ordine costituito, del tessuto spazio temporale e quindi al collasso interdimensionale). Vincenzo Policreti (psicanalista ma anche laureato in giurisprudenza come apprendiamo dalla terza di copertina) con questo romanzo dal titolo chiaro ed esplicito (“D’amore, corna e […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , , ,

Le sacrosante pretese laiche nei confronti delle religioni

Dopo ogni attentato di matrice islamista si moltiplicano, da un lato, le richieste alla comunità islamica di dissociazione e, dall’altro, le reazioni di molti musulmani che, stanchi, rimandano al mittente questa richiesta, non sentendosi in dovere di dissociarsi più di quanto non debba fare qualunque altro cittadino. Un “balletto” di richieste e reazioni che sta diventando quasi stucchevole. E poi: che cosa si chiede esattamente ai musulmani? Di dissociarsi da cosa? Dalla violenza terrorista? Se è tutto qui, mi pare francamente una richiesta un po’ scontata, alla quale sono certa che aderisca senza remore la stragrande maggioranza dei musulmani. Ma è anche una richiesta insufficiente. Dopo l’agghiacciante uccisione di padre Hamel le comunità islamiche di Francia e di altri paesi europei, Italia inclusa, hanno fatto un passo in più: hanno invitato i […]

articoli, riflessioni   |   Tags: , ,

Tre idee semplici contro ogni integralismo religioso e quindi contro il terrorismo

Ci sentiamo spesso rimproverare di non essere in grado di dare consigli pratici su come affrontare la nuova terribile ondata di terrorismo islamico. Cerchiamo allora di riassumere qui qualche idea che ci scambiamo fra noi laici quando parliamo di questo tema, senza pretesa di avere verità assolute come nostra abitudine ma con la consapevolezza che altri non hanno la stessa nostra lucidità ed equidistanza dalle varie posizioni religiose. Cominciamo a dire che noi non abbracciamo il “pacifismo assoluto” di matrice evangelica (porgi l’altra guancia) o gandhiana. Contestualmente rifiutiamo anche l’opposto principio del “chi colpisce per primo colpisce due volte” e le incitazioni alle guerre di civiltà di Bush e Blair, appoggiate tutt’oggi da noi dai fan della Fallaci che hanno portato alla radicalizzazione del conflitto che tutti stiamo vedendo oggi. Semplicemente noi […]

articoli, attualità   |   Tags: , , ,