Sconfitto chi voleva la censura contro la blasfemia a Bolzano. Le polemiche erano nate dall’esposizione di una scultura rappresentante una rana crocifissa, scultura che a detta dell’autore voleva "combattere l’ipocrisia di chi bada più all’apparenza che all’assenza delle cose". Il risultato ottenuto invece, era stato finora quello di far andare su tutte le furie gli integralisti cattolici altoatesini, con la clamorosa protesta del presidente del consiglio del Trentino che ha fatto nove giorni di sciopero della fame come protesta contro la blasfemia. Invece il cda del museo ha resistito a tutte le pressioni politiche ed ha votato a favore della libertà di espressione. L’articolo del Corriere della Sera redazione[at]civiltalaica.it

blog   |   Tags: , , , , , , ,