About: Lo chiamavano Jeeg Robot

[voto 8.3/10] Dopo “Il ragazzo invisibile” di Gabriele Salvatores siamo andati a vedere il nuovo film sui supereroi all’italiana con un certo timore. Non perché il primo non ci fosse piaciuto ma perché il rischio di scimmiottare troppo il cinema americano ci sembrava veramente dietro l’angolo. Ma se nel film di Salvatores al centro della vicenda risultava il ragazzo con i suoi superpoteri in crisi adolescenziale (cosa che insomma per chi segue i supereroi non è certo nuova) il film del debuttante Gabriele Mainetti va molto oltre i cliché del filone supereroico. L’operazione del regista è quella di sfruttare la storia “fantascientifica” per mettere al centro dell’attenzione una città, Roma, con il degrado delle sue periferie e l’alienazione dei suoi abitanti. Ci piacerebbe definirlo un film distopico, ma in realtà abbiamo il […]

articoli, recensioni   |   Tags: , , ,