“Per fortuna, io non sono cattolico”

Pubblicato da


Ho appena letto il numero di Agosto, preso alla biblioteca. Leggo con interesse ma spesso resto sconvolta dal tono degli articoli. Direi, per esempio, che il Magnani usa un tono così perentorio quando denuncia alcuni errori della chiesa romana cattolica (e non tiene conto che ci sono altri modi, ben più laici per capire e esprimere una fede bibblica) che diventa un esempio di come la libertà venga calpestata dai suoi paladini, come esprime l'articolo di Marcello Ricci. Mi sembra che perdete la vostra efficacia, e chi non la pensa esattamente come voi, non leggerà neppure il vostro giornale, ed è un peccato.
Con stima.

Margaret Gould


Ognuno ha il diritto di esprimere le proprie opinioni e giudizi, dunque anche di dissentire, come la signora Gould. Tuttavia, i miei modi ed il mio linguaggio sono sempre stati valutati assai moderati, anche dagli "avversari" e, in verità, faccio molta fatica a trattenermi, cvonsiderate le nefandezze bimillenarie della chiesa di Roma.
Cordiali saluti
Maurizio Magnani

24 ottobre 2008   |   articoli, posta e risposta   |   Tags: