#LaparolaconlaF

Pubblicato da

Niente. Non ce l’hanno fatta neanche oggi.

Eppure sembrava che il raid di Forza Nuova sotto la sede de “La Repubblica” avesse smosso un poco i pavidi mass media nell’uso della parola giusta.

Ma niente, le parole “fascismo” o “fascista” nei titoloni dei maggiori giornali on line italiani non è uscita fuori neanche oggi per indicare i fatti di Macerata.

In tarda serata, dopo cena, repubblica.it scrive nell’occhiello di un articolo di approfondimento che il Traini a casa sua aveva la copia del Mein Kampf.
Fin dalla mattina il simbolo di Terza Posizione tatuato sulla fronte era stato evidenziato, ma nessuno ha scritto “quindi era fascista”.

Poi Forza Nuova si schiera dalla parte del Traini e promette di pagargli le spese legali. Ora dato che si tratta di un terrorista che ha sparato a persone disarmate vorremo capire la differenza, (sicuramente qualcuno la troverà) fra le parole dell’organizzazione dei nostalgici del ventennio e la rivendicazione dei fatti del Bataclan da parte dell’Isis.

Ma della #parolaconlaF non c’è traccia nei titoli. Degli articoli, trasudanti banalità e che danno voce a chi ha il coraggio di pronunciare i “però…” e i “ma…” anche oggi, a meno di 24 ore dai fatti, sinceramente non abbiamo lo stomaco per leggerli tutti.

L’ashtag #laparolaconlaF è stato lanciato da tempo dal collettivo Wu Ming per prendere in giro i sinceri democratici denoantri che riconoscono i fascisti solo quando prendono le manganellate in faccia.
Ma anche stavolta non ce l’hanno proprio fatta ad usarla.

Del resto il fascismo è una cosa seria, mica come il giornalismo.

Ad ogni modo i politici della categoria “Ma chi, io?” quando sono accusati di responsabilità morale, hanno gioco facile (grazie al clima creato e all’assenza di una controparte politica vera) a rigirare la frittata e sostenere che è colpa della presenza degli immigrati.

Fatto sta’ che sono anni che ci hanno fatto due palle così (“quanno ce vo’ ce vo’” diceva Edorado De Filippo) con il rischio che arrivassero i terroristi con l’immigrazione e invece il terrorismo, guarda un po’, ce l’abbiamo in casa ed è terrorismo fascista.

E chi ci ha rimesso sono stati, guarda caso, gli immigrati.

Però non usate #laparolaconlaF con i sinceri democratici denoantri. Potrebbe andargli di traverso la domenica.

Alessandro Chiometti

4 febbraio 2018   |   articoli, riflessioni   |   Tags: , , , ,