Disputa su Dio e dintorni

 

[...] Il dramma di noi occidentali è di non avere più una religione all’altezza delle esigenze del nostro tempo. Non vorrei esagerare, ma già i ragazzi si rendono conto che i concetti del catechismo e delle prediche non hanno molto a che fare con la vita reale e si annoiano. Forse per questo la Chiesa cerca rilevanza inventando grandi eventi e giornate mondiali, beatificando e canonizzando come mai prima d’ora, pubblicando a raffica un documento dopo l’altro. Al riguardo la differenza rispetto al passato è impressionante: quando la Chiesa aveva veramente in mano la società, non aveva bisogno di parlare molto e, infatti, per tutti i lunghi secoli della cosiddetta societas christiana, ufficialmente parlava pochissimo. (Vito Mancuso)

[...]Per tutti gli anni della mia giovinezza, una delle idee politiche guida che ho coltivato [...] era che la Democrazia Cristiana fosse un flagello; che dal suo abbattimento sarebbe sorta un’Italia migliore, più libera e più avanzata.[...] Ciò che è nato dalla morte della DC lo abbiamo sotto gli occhi e solo oggi ci rendiamo conto di quante cose spaventose quel grande ventre riuscisse a metabolizzare.[...] Il fatto è che la Chiesa tenta di imporre in Italia (altrove non le è consentito) una religione simile a quella delle teocrazie islamiche. La Chiesa gerarchica è diventata un vero partito politico,avido come tutti i partiti soprattutto di denaro.[...] Questa Chiesa ha fatto in pratica sparire l’altra, quella che sta a cuore a lei, ma anche a me non credente. E avendo lei rievocato la figura luminosa di Cardinal Martini, si chieda perché a quell’uomo saggio e pio non è stato consentito di raggiungere le mete che la sua statura intellettuale e morale meritava. Anzi, non se lo chieda proprio, perché tanto la risposta la sappiamo già, noi due e chi ci legge. (Corrado Augias)

[da: "Disputa su Dio e dintorni" - ed. Mondadori 2009] 

16 risposte to “Disputa su Dio e dintorni”

  1. Ma questa pagina è gestita da Corrado Augias o sono inseriti solo alcuni suoi articoli?

  2. Ma questa pagina è gestita da Corrado Augias o sono inseriti solo alcuni suoi articoli?

  3. …c'è un intestazione e un disclaimer…

  4. …c'è un intestazione e un disclaimer…

  5. Mi piacerebbe tanto sapere dal dr. Augias come mai, in occasione della trasmissione Le Storie su Rai3 di martedì scorso, ha preferito sorvolare proprio sugli argomenti più spinosi e risparmiare così al "simpatico" ingegnere l'imbarazzo di rispondere in merito a certi legami della prelatura (…)  con M.Dell'utri.

  6. Mi piacerebbe tanto sapere dal dr. Augias come mai, in occasione della trasmissione Le Storie su Rai3 di martedì scorso, ha preferito sorvolare proprio sugli argomenti più spinosi e risparmiare così al "simpatico" ingegnere l'imbarazzo di rispondere in merito a certi legami della prelatura (…)  con M.Dell'utri.

  7. DOmanda legittima… però questo non è il blog di Augias…

  8. DOmanda legittima… però questo non è il blog di Augias…

  9. finalmente un messaggio chiaro, grazie.

  10. finalmente un messaggio chiaro, grazie.

  11. Scusate, ma avete l'abitudine di leggere i post che frequentate o guardate solo le figure?
    Avete visto che c'è un intestazione?
    Avete visto che c'è un disclaimer?
    Avete visto che c'è un sito collegato?
    Da qualche parte c'è scritto che Augias collabora con questo blog/sito/associazione?
    Santa pazienza…. nonché

  12. Scusate, ma avete l'abitudine di leggere i post che frequentate o guardate solo le figure?
    Avete visto che c'è un intestazione?
    Avete visto che c'è un disclaimer?
    Avete visto che c'è un sito collegato?
    Da qualche parte c'è scritto che Augias collabora con questo blog/sito/associazione?
    Santa pazienza…. nonché

  13. Penoso. Lasciamo perdere

  14. Credo di si è meglio, tanto l'educazione è una cosa che si impara da piccoli, da "adulti" è un impresa improba.

    Per il resto, come ho già detto più volte ad altri, se non siete in grado di leggere e di capire qullo che c'è scritto, tornate in prima elementare e non impestate di inutili sfoghi di frustrazione i blog altrui.

  15. Penoso. Lasciamo perdere

  16. Credo di si è meglio, tanto l'educazione è una cosa che si impara da piccoli, da "adulti" è un impresa improba.

    Per il resto, come ho già detto più volte ad altri, se non siete in grado di leggere e di capire qullo che c'è scritto, tornate in prima elementare e non impestate di inutili sfoghi di frustrazione i blog altrui.

Lascia un commento

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input

Prego, metti le lettere dal quadro

Copyright 2010-2012 - Civiltà Laica - I documenti presenti sono pubblicati sotto una Licenza Creative CommonsCreative Commons Selezionata
Le immagini pubblicate su Civiltà Laica sono reperite in rete e ritenute di libera circolazione in quanto prive di dicitura indicante l'autore o la riproduzione riservata.
Tuttavia, qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore basta segnalarlo a info AT civiltalaica.it e verranno immediatamente rimosse.
C.F. 91044120557
Questo sito/blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato in base a tempistiche casuali ed imprevedibili. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001.