Cosa non si dice sui DICO

Pubblicato da

Il martellante  repertorio di interventi da parte delle più alte autorità della chiesa cattolica nei confronti della politica italiana – a cominciare dalla legislazione sui DICO e ora anche sul Testamento Biologico – mostra in forme sempre più plateali e ossessive che il Vaticano è ormai una tradizione religiosa pienamente secolarizzata che lotta per la propria sopravvivenza temporale, e quindi sfrutta senza scrupoli tutte le compromissioni vantaggiose  con i poteri profani: economico, mediatico, politico, militare e persino scientifico. Più  esso recita il ruolo collaudato di autorevole centro di orientamento pastorale – e intanto intima i suoi non possumus ai deputati e ai senatori  del parlamento italiano, opportunisticamente succubi delle alleanze con la chiesa cattolica -  più mostra la propria  arroganza e la miseria del proprio  messaggio religioso.

File in formato pdf

17 aprile 2007   |   articoli   |   Tags: